ECONOMIA E IMPRESAEconomia AziendaleAnno accademico 2023/2024

1000094 - SCIENZA DELLE FINANZE A - L

Docente: MARINA CAVALIERI

Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione (Knowledge and understanding): acquisire adeguate conoscenze circa il ruolo che lo Stato svolge nelle moderne economie di mercato attraverso l’impiego di strumenti finanziari e mediante la definizione delle regole del gioco che tutti membri di una società devono rispettare nei loro comportamenti economici. L’elemento unificante del vaso bagaglio di conoscenze acquisite è rappresentato dalla possibilità di sviluppare la comprensione dei molteplici aspetti che caratterizzano il processo decisionale dello Stato in materia di allocazione, stabilizzazione e redistribuzione.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione (Applying knowledge and understanding): essere in grado di valutare in modo compiuto le problematiche connesse alla presenza dello Stato in un sistema economico caratterizzato dalla presenza di un una vasta gamma di soggetti, sia di natura pubblica, sia di natura privata che appartenenti al settore non di profitto dell’economia.
Autonomia di giudizio (Making judgements): acquisire la capacità di utilizzare l’approccio economico per formulare un giudizio consapevole, critico ed autonomo sugli aspetti che caratterizzano la presenza dello Stato in sistema economico complesso, in cui i soggetti presenti sono visti agire in vista del conseguimento del proprio personale interesse.
Abilità comunicative (Communication skills): essere in grado di comunicare in modo chiaro ed univoco la proprie valutazioni circa il ruolo dello Stato nei sistemi economici moderni ad interlocutori specialisti e non, anche attraverso la preparazione di elaborati scritti, diagrammi e schemi, all’uopo utilizzando gli strumenti informatici per la presentazione, l’acquisizione e lo scambio delle conoscenze. La verifica dell’acquisizione delle abilità comunicative, in forma riassuntiva e/o analitica, è affidata formalmente alla prova scritta, non precludendosi la possibilità di valutare le abilità comunicative attraverso interventi interattivi durante lo svolgimento delle lezioni frontali.
Capacità di apprendimento (Learning skills): acquisire una elevata capacità di apprendimento in grado di renderlo autonomo nella gestione del proprio aggiornamento professionale in materia di valutazione delle attività che lo Stato svolge nel sistema economico sia attraverso la gestione del bilancio pubblico che mediante la regolamentazione delle attività economiche. Questo tipo di conoscenza assume oggi un’importanza crescente soprattutto con riferimento alle discussioni che si svolgono sul modo migliore di organizzare le politiche di privatizzazione.

Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Il corso viene tenuto attraverso strumenti di didattica tradizionale con lezioni frontali, svolte con il supporto di slides e di materiale didattico integrativo che viene messo a disposizione degli studenti attraverso la piattaforma Studium. Allo scopo di consolidare la comprensione dei temi trattati e le competenze analitiche degli studenti, durante la trattazione dei singoli argomenti in programma, sono previste delle esercitazioni in aula svolte dal docente.

Prerequisiti richiesti

Nessun prerequisito formale. Una conoscenza dei concetti base di Microeconomia è molto utile ed è, pertanto, suggerita.

Frequenza lezioni

Sebbene non obbligatoria, la frequenza del corso è fortemente consigliata.

Contenuti del corso

La prima parte del programma propone i principi generali dell’intervento dello Stato nelle moderne economie di mercato. Il Programma prosegue con lo studio dell’intervento pubblico nei settori della Previdenza, Assistenza e Sanità. Segue la teoria delle entrate, con particolare riguardo alle questioni connesse agli effetti distorsivi dei tributi. Segue la trattazione degli elementi fondamentali del decentramento fiscale.

Testi di riferimento

1. Balestrino A., Galli E., Spataro L., (2023) Scienza delle Finanze, UTET, Torino.

IN ALTERNATIVA PUO' ESSERE IMPIEGATA L’EDIZIONE PRECEDENTE, VERIFICANDO LA CORRISPONDENZA DELLE PAGINE:

2. Balestrino A., Galli E., Spataro L., (2019) Scienza delle Finanze, UTET, Torino.

Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Introduzione allo studio dell’intervento pubblico nelle economie di mercatoPrima parte, cap 1 (pag. 5-24)
2Gli strumenti economici per l’analisi dell’intervento pubblicoPrima parte, cap 1 (appendice pag. 25-34)
3Economia del benessere ed intervento pubblicoPrima parte, cap 1 (pag. 5-24), cap.3 (pag. 54-60)
4Motivazioni dell'intervento pubblico (parte prima)Prima parte, cap 2 (pag. 35-49)
5Motivazioni dell'intervento pubblico (parte seconda)Prima parte, cap 2 (pag. 35-49)
6Beni pubblici (parte prima)Prima parte, cap 1 (pag. 71-90)
7Beni pubblici (parte seconda)Prima parte, cap 1 (pag. 71-90)
8Scelte collettive (parte prima)Seconda parte, cap 1 (pag. 143-160)
9Scelte collettive (parte seconda)Seconda parte, cap 1 (pag. 143-160)
10La Spesa pubblica - PrevidenzaTerza parte, cap 2 (pag. 217-224; 229-234) 
11La Spesa pubblica - SanitàTerza parte, cap 4 (pag. 258-265; 274-277)
12La Spesa pubblica - AssistenzaTerza parte, cap 5 (pag. 279-284; 290-299) 
13I sistemi tributari: introduzioneQuarta parte, cap 1 (pag. 303-322)
14Efficienza e distorsioni dei sistemi tributari (parte prima)Quarta parte, cap 2 (pag. 323-337)
15Efficienza e distorsioni dei sistemi tributari (parte seconda)Quarta parte, cap 2 (pag. 338-347)
16Imposte personali (parte prima)Quarta parte, cap 3 (pag. 348-361)
17Imposte personali (parte seconda)Quarta parte, cap 3 (pag. 348-361)
18Imposte sui consumiQuarta parte, cap 3 (pag. 362-370)
19Le imposte personali nel sistema italianoQuarta parte, cap 4 (pag. 374-406) 
20Le teorie del federalismo fiscaleQuinta parte, cap 4 (pag. 417-433)
21Il federalismo fiscale: motivazioni e forme di governoQuinta parte, cap 4 (pag. 434-444)

Verifica dell'apprendimento

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica della preparazione avviene esclusivamente attraverso una prova scritta. Essa consiste in una serie di quesiti a risposta aperta che possono talvolta richiedere soluzioni algebriche o grafiche, corredate di opportuni commenti, La prova scritta è volta a valutare: 1) la conoscenza della disciplina; 2) la padronanza di un adeguato linguaggio tecnico-economico; 3) la capacità di ragionamento e di analisi critica. L’accesso a tutte le prove di esame avviene esclusivamente sulla base delle ordinarie modalità di prenotazione obbligatoria on-line. 

Esempi di domande e/o esercizi frequenti

Un modello di prova di esame, nonché esempi di esercizi sono disponibili sulla piattaforma Studium. Di seguito, vengono riportate alcune possibili domande a scopo puramente esemplificativo:

  1. Si spieghi ed illustri anche graficamente il Teorema del decentramento di Oates. In particolare, si discutano le ipotesi per cui tale teorema è valido e i limiti di tale Teorema.
  2. Aiutandosi con l’impiego dei triangoli di Harberger, facendo attenzione alle (spiegando le) differenze tra curva di offerta di lavoro compensata e non compensata (o di mercato), si illustri graficamente il concetto di eccesso di pressione di un’imposta sul reddito da lavoro.
  3. Si presenti il modello di Tullock e Buchanan sulla definizione della maggioranza ottimale, anche con l’ausilio di appropriati grafici. Si discuta inoltre il paradosso del voto a maggioranza.
  4. Si consideri una comunità composta da soli due individui con redditi pari a (seguono dati). Dato il sistema tributario con la seguente struttura d’imposta a scaglioni: (segue tabella): a) ) Calcolate l’aliquota media e marginale di ciascuno dei due individui e stabilite se si tratti o meno di un’imposta progressiva; b) Se si introducesse una detrazione di imposta di … euro quanto pagherebbero di imposta i due individui? Se, invece, si introducesse una deduzione dal reddito di … euro quanto pagherebbero i due individui? Quale dei due sistemi converrebbe maggiormente all’individuo B?
  5. Supponete che in mercato di concorrenza le funzioni di domanda e di offerta di un bene X siano lineari e date da: (seguono funzioni): a) Si calcoli la quantità ed il prezzo di equilibrio. B) Si assuma l’introduzione di un’accisa di 6 euro per ogni unità del bene X, posta formalmente a carico dei venditori. Si calcoli la nuova quantità ed il nuovo prezzo di equilibrio dopo l’imposta. C) Il candidato rappresenti graficamente gli equilibri di prezzo e quantità dei punti a) e b) e indichi se, ed eventualmente in che misura, l’imposta viene traslata sui consumatori. Il candidato determini l’eccesso di pressione dell’accisa.
  6. Rappresentate graficamente e spiegate la scatola di Edgeworth della produzione. Definite il concetto di ottimalità paretiana nella produzione ed evidenziate la condizione algebrica per l’efficienza nella produzione. Quale condizione si richiede per l’efficienza nella combinazione (mix) della produzione?
  7. Date le funzioni di domanda di un bene pubblico puro G da parte di tre abitanti e considerato il seguente costo marginale del bene (seguono funzioni): calcolare la quantità ottima di bene pubblico puro, il prezzo d’equilibrio e i prezzi imposta.
  8. Illustrate la condizione di equivalenza tra imposte dirette e indirette.
  9. Dopo avere illustrato il concetto di traslazione, ipotizzate il caso di un’imposta specifica a carico del produttore ed illustrate graficamente l’influenza della elasticità dell’offerta sul processo di traslazione.
  10. Descrivete le caratteristiche principali dell’attuale sistema sanitario italiano.


English version