SCIENZE BIOLOGICHE, GEOLOGICHE E AMBIENTALIScienze GeologicheAnno accademico 2023/2024

9796731 - PALEONTOLOGIA CON LABORATORIO 2
Modulo MODULO DI LABORATORIO DI PALEONTOLOGIA

Docente: Maria Antonietta ROSSO

Risultati di apprendimento attesi

Capacità di padroneggiare la nomenclatura binomia e di comprendere l'organizzazione della sistematica;


Capacità di riconoscere i fossili dei principali taxa di invertebrati marini  attraverso il riconoscimento dei loro caratteri principali in campioni di fossili e rocce fossilifere.

Capacità di riconoscere alcune specie e taxa di rango superiore importanti a livello principalmente  regionale.

Modalità di svolgimento dell'insegnamento

1. Presentazioni PP per presentare i diversi gruppi,

2. Laboratori dedicati alle esercitazioni.

3. Laboratori con esame di fossili e rocce fossilifere per imparare ad osservare, descrivere e riconoscere i fossili, sia isolati che all'interno delle rocce. Durante i laboratori impareremo anche i metodi per la raccolta, l'elaborazione e la presentazione di dati semplici per descrivere singoli taxa e per la documentazione e valorizzazione del patrimonio fossile.

4. Escursione sul campo, se possibile integrata con il Corso di Paleontologia.

Prerequisiti richiesti

Conoscenze di base della zoologia.

Frequenza lezioni

Vedi le informazioni riportate per il Corso di Paleontologia integrato con questo.

La frequenza  per il Laboratorio è obbligatoria e ancora più fondamentale che nel corso di Paleontologia per l'opportunità unica che viene offerta agli studenti di vedere e maneggiare i fossili.

Si suggerisce pertanto di non saltare nessun appuntamento.

Contenuti del corso

Struttura, organizzazione e classificazione nonchè prime informazioni su autoecologia, morfologia funzionale e

distribuzione stratigrafica di taxa selezionati da ambienti marini.

Introduzione a Cianoficee, Diatomee, Radiolaria, Foraminiferi, Coccolithophorida, Alghe coralline; Tabulata,

Heliolithiida, Rugosa, Scleractinia, Octocorallia, Serpuloidea, Polyplacophora, Scaphopoda, Bivalvia,

Gastropoda, Cefalopoda, Bryozoa, Brachiopoda, Crinoidea, Echinoidea, Trilobita, Ostracoda, Cirripedia.

Testi di riferimento

Alcuni testi utili per la sistematica degli invertebrati sono elencati sotto ma si rinvia alle informazioni sui testi del  corso di Paleontologia (corso integrato a questo e con molti testi in comune) per ulteriori dettagli.


AAVV a cura della Società Paleontologica Italiana. Manuale di Paleontologia. Fondamenti. Applicazioni. Idelson Gnocchi, 2020.

Doyle P. 1996. Understanding fossils. An introduction to invertebrate paleontology. Wiley & sons.

Allasinaz A. 1991. Paleontologia generale e sistematica degli invertebrati. ECIG.

Allasinaz A. 1999. Invertebrati fossili. Utet.

Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi di Protisti.
2Caratteristiche morfologiche, principi di classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi  Alghe Corallinacee, Archaeociatidi e Poriferi.
3Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi di Conularidi, Tabulati, Eliolitidi e Ottocoralli.
4Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi di Tetracoralli ed  Esacoralli.
5Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi di  Monoplacofori, Poliplacofori, Scafopodi e  Gasteropodi.
6Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi dei Bivalvi.
7Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi dei cefalopodi.
8Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi di Serpulidi e Briozoi.
9Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi di Brachiopodi.
10Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi di Crinoidi ed Echinoidi.
11Caratteristiche morfologiche, classificazione, distribuzione e importanza paleontologica dei principali gruppi di Trilobiti, Ostracodi e Cirripedi.
12Caratteristiche morfologiche di alcuni rappresentanti dei principali gruppi di tracce fossili.

Verifica dell'apprendimento

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame prevede il riconoscimento di fossili e rocce fossilifere. E' integrato con quello del corso di Paleontologia, cui si rimanda per ulteriori dettagli.

Esempi di domande e/o esercizi frequenti

1. Quali sono le caratteristiche morfologiche usate per la classificazione degli echinoidi irregolari?

2. Quali sono le caratteristiche morfologiche dei briozoi e quali i principali caratteri usati per distinguere le due classi di cui ci siamo occupati?

3. Affinità e differenze fra tetracoralli ed esacoralli.

4. Caratteri comuni ad ammonoidei e nautiloidei e caratteri utili per distinguerli.

5. Fossili caratterizzati dalla presenza di due valve possono essere molto lontani tassonomicamente: quali conosci e quali sono le differenze?

6. Principali caratteri su cui si basa la distinzione dei fossili degli organismi unicellulari che abbiamo studiato nel corso.

....


English version