ECONOMIA E IMPRESADirezione aziendaleAnno accademico 2023/2024

9796141 - CONTROLLO DI GESTIONE

Docente: ANTONIO LEOTTA

Risultati di apprendimento attesi

1. Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding).

Il corso consente allo studente di conoscere e comprendere la metodologia del controllo di gestione, dedicando attenzione agli aspetti organizzativi e informativi del controllo. Lo studio degli aspetti organizzativi delinea i principi della responsabilizzazione e della delega, alla base del controllo manageriale. Verranno approfonditi i principali modelli organizzativi del controllo, esaminandone gli effetti comportamentali sui manager e sui collaboratori. L’esame degli aspetti informativi è volto, invece, alla comprensione della logica sottostante alle misure di risultato e alla progettazione dei relativi sistemi. Lo studio delle misure di performance verrà svolto privilegiando una prospettiva comportamentale.

2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding).

Lo studente acquisirà la conoscenza e la capacità di comprensione applicativa, seguendo un approccio critico, inerente alle scelte di progettazione ed implementazione dei sistemi di controllo di gestione, nei loro aspetti organizzativi e informativi. Particolare attenzione verrà dedicata alle scelte di progettazione dei sistemi di misurazione delle performance per variabili chiave. I contesti applicativi di riferimento saranno quelli delle imprese industriali, sia nelle attività produttive che di sviluppo, ma anche delle aziende di servizi, con particolari approfondimenti nel comparto sanitario.

3. Autonomia di giudizio (making judgements).

Lo studente acquisirà autonomia di giudizio e capacità di collegamento tra gli argomenti teorici e i relativi ambiti applicativi, con particolare riferimento all’interazione tra aspetti tecnici e comportamentali dei sistemi di controllo e al loro influsso sulle scelte di progettazione e di implementazione.

4. Abilità comunicative (communication skills).

Lo studente acquisirà abilità comunicative ed appropriatezza nell’impiego del linguaggio tecnico, con particolare riguardo all’analisi dei costi e ai sistemi di misurazione delle performance.

5. Capacità di apprendimento (learning skills).

Lo studente acquisirà capacità di apprendimento, in termini teorici e applicativi, tali da renderlo autonomi per approfondimenti successivi delle tematiche trattate e per l’inserimento nel mondo del lavoro.

Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali e collaborative. Testimonianze aziendali.

Prerequisiti richiesti

Non è previsto alcun prerequisito. Si consiglia, tuttavia, la conoscenza di alcuni argomenti trattati nell'insegnamento di Programmazione e controllo, quali la contabilità dei costi e il budgeting.

Frequenza lezioni

Sebbene non obbligatoria, la frequenza delle lezioni è caldamente consigliata. La frequenza delle lezioni è indispensabile per acquisire quel livello di apprendimento che consente di rielaborare le nozioni del libro di testo trasformandole in un proprio modo di pensare.

Contenuti del corso

Il contenuto del corso è così articolato: La funzione del controllo di gestione. Alternative di controllo di gestione e loro effetti. Sistemi di controllo sui risultati economico-finanziari. Problemi delle misure di performance e loro effetti. Costi, contabilità direzionale e sistema di product costing. Modelli per l’analisi della redditività. Fondamenti del ciclo di controllo. Analisi a supporto delle decisioni aziendali. Il controllo di gestione in diversi contesti.

Testi di riferimento

1. Kenneth A.Merchant, Wim A.Van der Stede,, Laura Zoni, Sistemi di controllo di gestione, Pearson, ultima edizione.

2. Ray H. Garrison, Eric Noreen, Peter C. Brewer, Marco Agliati, Lino Cinquini, Programmazione e controllo. Managerial accounting per le decisioni aziendali, McGraw-hill, ultima edizione.

3. Dispense a cura del docente.

Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Presentazione del corso. Definizione di controllo in senso ampio e forme di controlloTesto 1 
2Modelli e approcci al controllo di gestioneTesto 1 
3Controlli dei risultatiTesto 1 
4Controlli sulle azioni e controlli culturaliTesto 1 
5Costi dei sistemi di controlloTesto 1 
6Costi dei sistemi di controlloTesto 1 
7Centri di responsabilità economicaTesto 1 
8Pianificazione e budgeting e casi aziendaliTesti 1, 2
9Sistemi di incentivazioneTesto 1 
10Misure di performance economico-finanziaria e loro effettiTesto 1 
11Misure di performance economico-finanziaria e loro effettiTesto 1 
12Costi, contabilità direzionale e sistemi di product costingTesto 2
13Costi, contabilità direzionale e sistemi di product costingTesto 2
14Relazioni costo-volume-profitto: il caso Acustic ConceptsTesto 2
15Sistemi a costi variabili. Uno strumento per il management: il caso EmeraldTesto 2
16Progettazione di un sistema di contabilità analitica (direct costing, full costing tradizionale): caso CSCTesto 3
17Progettazione di un sistema di contabilità analitica (direct costing, full costing tradizionale): Caso CSCTesto 3
18Progettazione di un sistema di contabilità analitica (ABC): Caso Classic BrassTesto 2
19La performance nelle organizzazioni decentrate e il sistema della BSCTesto 2
20Progettazione di una BSC – Casi aziendaliTesto 3
21Progettazione di una BSC – Casi aziendaliTesto 3
22Decisioni di pianificazione degli investimentiTesto 2
23Decisioni di pianificazione degli investimentiTesto 2
24Il controllo nello sviluppo di nuovi prodottiTesto 3
25Testimonianza aziendale
26Il controllo nei contesti ad altra complessità istituzionale: il caso delle aziende ospedaliereTesto 3
27Il controllo nelle imprese familiari: il caso CTATesto 3
28Il controllo relazionaleTesto 3
29Il controllo relazionaleTesto 3
30Testimonianza aziendale
31Discussione in aula sui principali nessi tra le tematiche del programma

Verifica dell'apprendimento

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consiste in un colloquio orale che si svolgerà secondo il calendario d'esami. 

La valutazione dell'esame terrà in considerazione la partecipazione del candidato a lavori di gruppo e progetti svolti durante le lezioni. Ai fini della valutazione del colloquio, si adotteranno i seguenti criteri: la pertinenza delle risposte rispetto alle domande formulate, la qualità dei contenuti, la capacità di collegamento con altri temi oggetto del programma, la capacità di riportare esempi, la proprietà di linguaggio tecnico e la capacità espressiva complessiva dello studente.

Esempi di domande e/o esercizi frequenti

1. Si discutano gli effetti delle misure finanziarie di performance sui comportamenti dei manager

2. Si indichino le principali scelte di progettazione dei centri di responsabilità economica

3. Come studiare i fenomeni di cambiamento che investono i sistemi di controllo?

4. Si discutano le principali leve di controllo nelle relazioni di fornitura tra imprese.

5. Scelte di progettazione di un sistema di product costing.

6. Utilità dell’analisi costi-volumi-profitti

7. Come scegliere un progetto conveniente?

8. Forme di controllo nello sviluppo di nuovi prodotti

9. Perché il fabbisogno di controllo relazionale?

10. La BSC può attenuare i costi indiretti del controllo?


English version