PSICOLOGIA DELLE RISORSE UMANE CON LAB.

M-PSI/06 - 9 CFU - 2° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

GIUSEPPE SANTISI
Email: gsantisi@unict.it
Edificio / Indirizzo: Dipartimento di Scienze della formazione, Palazzo Ingrassia, Via Biblioteca
Telefono: 095.2508020
Orario ricevimento: Mercoledi, 10.00-12.00 - Giovedi, 10.00-12.00


Obiettivi formativi

La finalità del corso è quella di fornire i “concetti base” per l’analisi della dimensione “risorsa umana” all’interno delle organizzazioni complesse secondo la prospettiva psico-organizzativa. L’apparato concettuale ed i relativi strumenti operativi avranno la funzione di guidare lo studente all’interno delle modalità di funzionamento delle organizzazioni complesse, dei fondamentali criteri di organizzazione e gestione delle risorse umane, nonchè delle teorie e delle prassi manageriali maggiormente consolidatesi in questi decenni. Particolare attenzione sarà rivolta, nei moduli di taglio laboratoriale, alle logiche di sviluppo della persona all’interno della scena organizzativa, ai vincoli ed alle risorse per potenziare il benessere organizzativo e ridurre il disagio individuale.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali ed attività di laboratorio con esercitazioni


Prerequisiti richiesti

E' richiesta la conoscenza approfondita delle principali dimensioni di analisi della Psicologia delle organizzazioni e della Psicologia sociale.



Frequenza lezioni

Facoltativa ma vivamente consigliata



Contenuti del corso

Il corso sarà strutturato attorno a tre nuclei fondamentali.

- Mod. a) (3 cfu): avrà ad oggetto i modelli e la metodiche di organizzazione e gestione delle risorse umane, comparando la tradizionale prospettiva “aziendalista” con quella di natura psico-organizzativa. Particolare attenzione sarà dedicata alle logiche di sviluppo e valutazione del personale rispetto al conseguimento degli obiettivi organizzativi.

- Mod. b) (3 cfu): avrà ad oggetto un percorso storico-critico, secondo la prospettiva psicosociale, all’interno dei concetti di “organizzazione” e “management”, con particolare riferimento al cambiamento, all’innovazione e ai processi di apprendimento.

- Mod. c) (3 cfu di Laboratorio): si concentrerà sull’analisi degli strumenti volti a garantire la sicurezza psico-sociale del lavoratore all’interno delle organizzazioni complesse. Particolare attenzione sarà dedicata alla prevenzione dei rischi psico-sociali e delle patologie stress-correlate.



Testi di riferimento

1. (Mod. A): Boldizzoni, Quaratino, Risorse Umane, Il Mulino, Bologna, 2014; esclusi capp. 6°, 7°, 9° e 12° (tot. 250 pp. circa)

2. (Mod. B): materiale bibliografico suggerito dal docente attualmente in corso di pubblicazione

3. (Mod. C: Laboratorio sul Benessere organizzativo e prevenzione dei rischi psico-sociali): De Carlo N. A., Falco A., Capozza D. (a cura di). Stress, Benessere Organizzativo e Performance. Franco Angeli, Milano, 2013. Capp. 1, 2, 4, 5, 6, 8, 13, 15, 16, 17, 18, 20, 21, 22, 23, (tot. 300 pp. circa).


Altro materiale didattico

Il materiale didattico a supporto dei testi è reperibile, in forma costantemente aggiornata, all'interno della piattaforma Studium-Unict



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1L'evoluzione dei modelli HRM nella tradizione aziendalistatesto n° 1 
2HRM e strategie d'impresatesto n° 1 
3L'employer brandingtesto n° 1 
4Le dimensioni della valutazione organizzativa: dalla posizione alle risorse personaletesto n° 1 
5La carriera e la gestione delle risorse umane nelle organizzazioni "senza confini"testo n° 1 
6Conflitto, cooperazione e Diversity Managementtesto n° 1 
7Il fenomeno organizzativo ed il ruolo della ''persona'' testo n° 2 
8Modelli di management e prassi managerialitesto n° 2 
9L'Azienda Positiva ed i relativi modelli di Managementtesto n° 3 
10La cittadinanza organizzativa e i comportamenti di ritirotesto n° 3 
11Benessere organizzativo e prevenzione dei rischi psico-socialitesto n° 3 
12La valutazione dello Stress Lavoro-Correlatotesto n° 3 
13Stress lavorativo, strain, burn-out e workaholismtesto n° 3 
14Le strategie di prevenzione dello SLCtesto n° 3 
15Modelli d'intervento e prassi operativetesto n° 3 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

L'esame si svolge in forma orale. La valutazione finale può beneficiare dell'esito di forme di esercitazione, individuale o di gruppo, programmate dal docente e la cui partecipazione non è obbligatoria.

Gli studenti frequentanti il Laboratorio sul Benessere Organizzativo (equivalente a 3 Cfu) e che intendono usufruire, attraverso convalida, delle corrispondenti ore ai fini del Tirocinio, sono tenuti a redigere una relazione sui temi trattati nel suddetto Laboratorio. Tale relazione sarà approvata dal docente al termine dell'esame e consegnata a cura dello studente all'Ufficio Tirocini.


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

Non è possibile individuare ed elencare serie prestabilite di "domande frequenti", circostanza questa che invoglierebbe alcuni studenti a centrare la preparazione solo su ciò che sarebbe indicato formalmente in questo strumento. In sede di esame, la valutazione sarà dunque centrata sugli argomenti indicati all'interno del Syllabus.

Si espongono di seguito i criteri di valutazione che vengono seguiti per la valutazione dello studente in occasione della prova di esame:




Apri in formato Pdf English version