CLINICA DELLE DIPENDENZE CON LAB.

M-PSI/08 - 9 CFU - 2° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

PASQUALE CAPONNETTO
Email: p.caponnetto@unict.it
Edificio / Indirizzo: padiglione 4, stanza 2, piano 0, via S.Sofia 78 Policlinico
Telefono: 0953781537
Orario ricevimento: da lun a sab 8-20 previa prenotazione via mail


Obiettivi formativi

Acquisizione di una logica psicologico clinica all’interno di un modello di intervento capace di confrontarsi con diversi contesti e con le domande che da questi emergono con promozione di una cultura dell’intervento che ne condizioni l’esercizio, vincolandolo alla dimensione della ricerca clinica e applicata ed a modalità di verifica e confronto nel mondo reale.

Padronanza delle conoscenze delle principali teorie sulla dipendenza patologica; delle sostanze di abuso e delle dipendenze comportamentali, delle loro relazioni con la psicopatologia nel problema della "doppia diagnosi"; dei diversi modelli d'intervento, individuale, sistemico e di comunità e della loro applicazione nei servizi presenti sul territorio.

Conoscenza dei principali modelli di intervento psicologico di provata efficacia.

Capacità di usare conoscenze e concetti sopra enunciati per ragionare sulle problematiche riguardanti l'inquadramento diagnostico delle varie forme di dipendenza; la diagnosi differenziale tra uso, abuso e le varie tipologie di dipendenza; l’indicazione rispetto ai trattamenti con le maggiori evidenze empiriche in relazione alla valutazione bio-psico-sociale del soggetto; l’approccio al trattamento integrato delle dipendenze e della "doppia diagnosi" con particolare riferimento ai disturbi della personalità.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali, discussioni casi clinici, role playing, laboratorio con esperienze pratiche guidate. Ricorso a testimonianze, relazioni tenute da esperti, elaborati o ricerche individuali svolte dagli studenti, lavori di gruppo, esperienze di apprendimento su piattaforme di ricerca online.

 

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte le necessarie variazioni rispetto a quanto dichiarato in precedenza, al fine di rispettare il programma previsto e riportato nel syllabus


Prerequisiti richiesti

capacità critica e di sintesi



Frequenza lezioni

Si consiglia la frequenza delle lezioni onde potere coniugare la preparazione teorica con le esemplificazioni cliniche e di laboratorio.



Contenuti del corso

Acquisizione di una teoria psicologico clinica che consenta l’applicazione di tecniche di intervento alla luce di uno specifico modello teorico integrato basato sull’evidenza dell’efficacia. In questo senso, sarà possibile acquisire le conoscenze necessarie a condurre le fasi di osservazione, esplorazione, restituzione e condivisione che si operano nella definizione e nella eventuale realizzazione dell’intervento, acquisendo altresì gli elementi di analogia e differenziazione che i diversi contesti di domanda richiedono. Revisione critica dei concetti fondamentali relativi all'intervento psicologico clinico integrato; Contestualizzazione delle principali questioni sia teoriche che operative, all'interno di un approccio psicologico clinico e di ricerca e alla luce di una prospettiva teorica integrata; Focalizzazione sulla fase iniziale dell’intervento; Problemi connessi con la verifica dell'efficacia; Contenuto dell'attività formativa; Prospettive teoriche dei diversi modelli in psicologia clinica; L’assessment in psicologia clinica e Metodiche psicodiagnostiche; Interventi in psicologia clinica; Analisi di quadri psicopatologici. Introduzione al problema delle dipendenze e teorie sulla generazione delle addiction. Verranno esposti con esempi clinici i concetti di: abuso, dipendenza, craving, astinenza, tolleranza, tossicodipendenza e dipendenze comportamentali, doppia diagnosi, principali quadri di abuso e dipendenza delle sostanze psicoattive, con la descrizione degli effetti di queste sostanze sull'individuo, delle differenti interazioni con le caratteristiche di personalità, delle modalità di approccio al lavoro clinico. Il programma analizzerà le nuove forme di dipendenza comportamentale (gioco d'azzardo patologico, dipendenze da internet, dipendenze affettive e da sesso, da lavoro, da sport, ecc.). Si approfondiranno le relazioni tra disturbi di personalità e dipendenze. Si descriveranno i rapporti tra psicopatologia e dipendenze ed il concetto di doppia diagnosi. Verrano descritti i modelli psicologici e psicoterapeutici d'intervento, da quelli individuali, familiari, gruppali fino ai modelli comunitari. Gli interventi verranno descritti non solo rispetto alle prove di efficacia mostrate, ma anche in relazione al funzionamento dei servizi pubblici e del privato accreditato che si occupano di dipendenze patologiche.



Testi di riferimento

TESTI OBBLIGATORI

Si dovranno utilizzare 2 testi

1) Girardi P. & Di Giannantonio M. (2016). Psicopatologia delle dipendenze. Pacini Editore, p. 323

2) Lingiardi V., Gazzillo F., La Personalità ed i suoi disturbi, R.Cortina, 2014 (Esclusivamente la parte seconda e terza del libro: la personalità, dal capitolo 13 al capito 23.

(totale 494 pp)

TESTI NON OBBLIGATORI MA CONSIGLIATI per eventuali approfondimenti:

-John W. Barnhill, DSM V, Casi Clinici, Raffaello Cortina Editore, p 500


Altro materiale didattico

eventuale materiale verrà inserito sulla piattaforma



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Psicologia e Psicopatologia delle DipendenzeGirardi P. & Di Giannantonio M. (2016). Psicopatologia delle dipendenze. Pacini Editore, p. 323  
2Psicologia Clinica e Psicopatologia con elementi di PsicoterapiaLingiardi V., Gazzillo F., La Personalit√† ed i suoi disturbi, R.Cortina, 2014 (Esclusivamente la parte seconda e terza del libro) 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

E’ richiesta una conoscenza approfondita degli argomenti d’esame, nonché l’acquisizione di un linguaggio appropriato e di capacità di ragionamento critico e clinico.

Lezioni frontali

Seminari con esperti

Discussione di casi

Simulazioni guidate di sedute (in particolare del primo colloquio)

Esame orale

E’ richiesta una conoscenza approfondita degli argomenti d’esame, nonché l’acquisizione di un linguaggio appropriato e di capacità di ragionamento clinico, come indicato a lezione e come trattato anche nei libri di testo.Tesine di approfondimento e discussione di recenti articoli scientifici su tematiche attinenti.

 

La verifica dell’apprendimento potrà essere effettuata anche per via telematica, qualora le condizioni lo dovessero richiedere.




Apri in formato Pdf English version