PROGETTO DI INFRASTRUTTURE STRADALI

ICAR/04 - 9 CFU - 1° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

SALVATORE CAFISO
Email: dcafiso@dica.unict.it
Edificio / Indirizzo: Cittadella Universitaria - edificio 3
Telefono: 095 7382213
Orario ricevimento: Martedì 10-10 - Giovedì 15-17


Obiettivi formativi

Il corso si propone l’obiettivo di fornire agli allievi le conoscenze necessarie alla progettazione delle infrastrutture stradali, con particolare riguardo alla geometria dei tracciati stradali ed alle verifiche delle condizioni di sicurezza e operative.

Al superamento del corso l'allievo avrà acquisito le competenze teoriche e professionali per la progettazione delle strade sia in riferimento alla normativa nazionale che alle più avanzate procedure di verifica prestazionale dei progetti stradali.

L'applicazione progettuale in gruppo consentirà agli allievi di sviluppare capacità di lavoro cooperativo e di acquisire competenze sull'utilizzo di avanzati supporti software di progettazione


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali

Esercitazioni in classe

Redazione di elaborati progettuali relativi al progetto di un tracciato stradale


Prerequisiti richiesti

Nessuno



Frequenza lezioni

Fortemente Consigliata



Contenuti del corso

1. INTRODUZIONE AL CORSO

Le strade nella storia ed evoluzione dei criteri progettuali. Gli aspetti funzionali, la sicurezza stradale e la problematica ambientale. La progettazione secondo standard e la progettazione secondo prestazioni.

2. LE INFRASTRUTTURE STRADALI

Il nuovo Codice della Strada e il D.M. 05/11/2001. La classificazione funzionale delle strade. La problematica connessa alla classificazione della rete stradale esistente. La sede stradale: Sezione stradale, piattaforma, carreggiata, solido stradale.

3. LA PROGETTAZIONE STRADALE IN BASE A STANDARD

Ministero Infrastrutture e Trasporti, DM 05/11/2001: Norme Funzionali e Geometriche per la Costruzione delle Strade. Organizzazione della sede stradale: sezione, corsie supplementari, elementi marginali. Allargamento in curva per la iscrizione dei veicoli e per la visibilità degli ostacoli. Geometria dell’asse stradale: Velocità di progetto. Il contatto ruota pavimentazione e i valori del coefficiente di aderenza. Distanze di visuale libera (arresto, sorpasso, cambio di corsia). Circolazione dei veicoli lungo le curve circolari. Raggio minimo e criteri per la determinazione della inclinazione della piattaforma, i rettifili, i raccordi a raggio variabile, la progettazione e l’inserimento nel tracciato dei raccordi clotoidici. Criteri compositivi dell’asse stradale e coordinamento planimetrico degli elementi geometrici. Criteri per il posizionamento delle livellette. Pendenza limite in salita e in discesa. Lunghezza critica della livelletta. L’inserimento delle corsie per i veicoli lenti. I raccordi verticali. Il coordinamento plano-altimetrico. Il diagramma della velocità di progetto. Velocità dei veicoli lenti. Verifica del tracciato in base ai diagrammi di velocità.

4. LA PROGETTAZIONE STRADALE IN BASE ALLE PRESTAZIONI

Le prestazioni di sicurezza: Il quadro europeo e nazionale sullo stato della sicurezza stradale. La direttiva europea sulla gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali e il DM 15/03/2011. La misura diretta della sicurezza stradale e gli indicatori di prestazione: Le funzioni di prestazione della sicurezza stradale. La distribuzione di Poisson e Negativa-Binomiale. I fattori di modificazione degli incidenti. La correzione Empirico Bayesiana. Stima del numero atteso di incidenti e analisi comparativa di differenti soluzioni progettuali. Costi diretti e indiretti della sicurezza stradale. Attualizzazione dei costi e dei benefici. Rapporto Benefici/Costi. La misura indiretta della sicurezza stradale: Velocità di progetto, velocità commerciale, velocità limite legale e velocità operativa. La velocità operativa e la coerenza geometrica del tracciato. I controlli preventivi della sicurezza dei progetti di strade. Quadro di riferimento internazionale e Linee Guida Nazionali.

Le prestazioni di traffico (cenni): Valutazione del livello di servizio per la pratica progettuale. Il modello HCM (strade a carreggiata unica o separata). Velocità di flusso libero. Misure di efficacia (velocità media di viaggio, percentuale di tempo in coda, densità veicolare).

5. LE ATTREZZATURE di ARREDO FUNZIONALE

La definizione di clear zone e di zona da proteggere. Prestazioni di sicurezza relative ai margini stradali: ampiezza clear zone, pendenza scarpate, presenza ostacoli fissi, tipologie di barriere. L’influenza delle caratteristiche dei veicoli e delle modalità di svio sulle conseguenze dell’urto. I tipi delle barriere di sicurezza da adottare, la loro ubicazione e le opere complementari connesse, il quadro di riferimento normativo e le norme EN.

6. GEOTECNICA STRADALE

La costruzione del corpo stradale. Caratteristiche fisiche dei terreni. Analisi granulometrica. Composizione del terreno: peso specifico, indice dei vuoti, porosità. La misura della suscettività all’acqua: limiti di Atterberg. La classificazione dei terreni. Indice di gruppo, Classificazione CNR-UNI 10006. La compattazione delle terre. Portanza dei sottofondi. Catalogo delle pavimentazioni stradali. Il Volume del Solido Stradale. Diagrammi delle Aree e dei Volumi. Cantieri di compenso. Macchinari e attrezzature di cantiere per il movimento terra.

7. LA REDAZIONE del PROGETTO STRADALE

I livelli di progettazione, cartografia di base, studio del tracciolino. Progetto esecutivo: sezioni tipo, planimetria di tracciamento, planimetria di progetto, planimetria di sistemazione delle opere idrauliche di presidio, profilo longitudinale, sezioni trasversali, quaderno delle sezioni e computo analitico dei volumi. Particolari costruttivi dei raccordi verticali, particolari costruttivi delle opere d’arte, corografia generale, relazione di progetto. La progettazione assistita al Computer.



Testi di riferimento

- Santagata, Le Strade - Teoria e Tecnica delle Costruzioni Stradali, Pearson, 2016

-T. Esposito, R. Mauro “La geometria stradale”. Hevelius Edizioni.

-T. Esposito, R. Mauro “La progettazione Funzionale delle strade”. Hevelius Edizioni.

-M. Agostinacchio, D. Ciampa, S. Olita “Strade Ferrovie Aeroporti”, EPC Libri

-M. Agostinacchio, D. Ciampa, S. Olita «La Progettazione delle Strade», EPC Libri, 2007

-Lamm, Cafiso et alt. “How to make two lane rural roads safer”,Witpress, 2007

- Highway Safety Manual. AASHTO, 2010



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Progetto di infrastrutture stradaliDispense del corso, -T. Esposito, R. Mauro “La geometria stradale”. Santagata, Strade 
2Design ConsistencyDispense del corso, -Lamm, Cafiso et alt. “How to make two lane rural roads safer”,Witpress, 2007 
3Analisi di SicurezzaDispense del Corso. Highway Safety Manual 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Prova orale in itinere (opzionale) 35% (sezioni A, B, E.5 dell'elenco argomenti domande esame)

Prova orale Finale 70% (tutti argomenti domande esame) . 35% se superata prova in itinere (sezioni C, D, E dell'elenco argomenti domande esame)

Elaborati del Progetto di un tronco stradale assegnato (30%)


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI
  1. Le infrastrutture stradali
  1. Classificazione funzionale delle strade Classificazione funzionale delle strade (codice della strada e DM 2001)
  2. Organizzazione della sezione stradale e intervallo velocità di progetto
  3. Organizzazione della sezione stradale: tipologia e dimensioni degli elementi della piattaforma
  4. Tipologia 2+1

B) La progettazione stradale in base a standard

  1. Le resistenze al moto
  2. Coefficienti e fattori di aderenza longitudinale e trasversale
  3. Driving task e Human Factors
  4. Distanza di visibilità per l’arresto
  5. Distanza di visibilità per il sorpasso
  6. Visibilità in Curva
  7. Variazione della velocità e della pendenza trasversale in funzione del raggio della curva (Rmin, R* e R2.5)
  8. Formula calcolo raggio minimo e definizione dei parametri di calcolo (aderenza, pendenza trasversale, velocità)
  9. Determinazione della velocità di progetto dato il raggio della curva
  10. Omogeneità degli elementi geometrici del tracciato orizzontale
  11. Andamento dei cigli (transizione, flesso, continuità)
  12. Dimin e Dimax
  13. Dinamica di percorrenza clotoide
  14. Geometria e parametri di tracciamento della clotoide
  15. Parametro minimo e massimo della clotoide
  16. Spiral curve length (AASHTO)
  17. Clotoide di flesso
  18. Clotoide di continuità
  19. Variazione pendenza trasversale in assenza di Clotoide (AASHTO)
  20. Andamento altimetrico, deflusso delle acque e posizionamento tombini
  21. Pendenza longitudinale e Livelletta Critica
  22. Velocità veicoli lenti e inserimento corsi supplementare
  23. Raccordi verticali
  24. Coordinamento plano-altimetrico

C) La progettazione stradale in base alle prestazioni

  1. Analisi di sicurezza (Safety audit, Safety Inspection)
  2. Indici di sicurezza (numero, frequenza, tasso di incidenti)
  3. Funzioni di prestazione della sicurezza: SPF e correzione Empirica Bayesiana
  4. Modello HSM: SPF nelle condizioni base
  5. Modello HSM: CMF
  6. Definizioni e differenze applicative del concetto di velocità
  7. Design Consistency
  8. Parametri fondamentali per il calcolo del livello di servizio di una strada

D) Le attrezzature di arredo funzionale

  1. Scelta e posizionamento barriere di sicurezza
  1. Indici di prestazione della barriera di sicurezza compresi quelli relativi alla sicurezza degli occupanti dei veicoli
  2. Grandezze relative alla deformazione delle barriere di sicurezza
  3. Lunghezza di installazione
  4. Clear Zone e Protezione ostacoli laterali

E) sezione trasversale e Geotecnica stradale

  1. Caratteristiche fisiche dei terreni, Classificazione e idoneità delle terre
  2. Movimenti e compensazione delle terre. Diagramma dei volumi e cantieri di compenso
  3. Compattazione: controlli di laboratorio e in sito
  4. Concetto e applicazione della clear zone, pendenza delle scarpate
  5. Elementi di dettaglio della sezione trasversale tipo in rilevato, trincea e mezza costa



Apri in formato Pdf English version