ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO I A - C

IUS/01 - 9 CFU - 2° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

CLAUDIA BENANTI
Email: cbenanti@lex.unict.it
Edificio / Indirizzo: Via Gallo 24
Telefono: 095230338
Orario ricevimento: http://www.lex.unict.it/docenti/claudia.benanti


Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
L’insegnamento di Istituzioni di diritto privato I intende fornire allo studente una solida conoscenza delle nozioni e degli istituti fondamentali del diritto privato, con particolare riferimento ai soggetti del diritto, persone fisiche ed organizzazioni, ed ai temi dei diritti reali, della famiglia e delle successioni. Lo studente è guidato nella comprensione della ratio sottesa alle norme studiate, anche attraverso la consultazione del codice civile e delle altre fonti normative, ed è altresì stimolato all’analisi di posizioni dottrinali e giurisprudenziali connesse ai temi trattati durante il corso.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il corso è strutturato in modo da sviluppare l’attitudine dello studente a ricostruire coerentemente ed interpretare con autonomia di valutazione i dati utili alla soluzione di questioni giuridiche di base legate ai temi trattati durante le lezioni.
Autonomia di giudizio
Il corso intende favorire l’acquisizione in capo allo studente della capacità di argomentazione giuridica e di formulazione autonoma di giudizi sulla base di una ricostruzione organica del sistema, adeguatamente avvalendosi del lessico giuridico. Egli è stimolato alla elaborazione di giudizi critici tanto nell’analisi dei dati normativi quanto delle posizioni di dottrina e giurisprudenza con riferimento ai temi esposti nel corso delle lezioni.
Abilità comunicative
Anche attraverso esercitazioni teoriche- pratiche e seminari di approfondimento, il corso intende fornire allo studente padronanza del linguaggio giuridico ed abilità comunicativa tali da consentirgli di esporre con chiarezza ed esaustività dati normativi ed istituti trattati durante il corso e di illustrare con rigore logico il percorso argomentativo sotteso alle tesi sostenute.
Capacità di apprendimento
La struttura essenzialmente dialettica del corso intende consentire allo studente di primo anno di sperimentare un metodo di studio autonomo ed appropriato. Il corso si propone altresì di stimolare le capacità logiche e di studio critico degli argomenti trattati e di fornire le competenze necessarie per un proficuo prosieguo degli studi e per il positivo superamento delle prove degli anni successivi.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Il corso si svolge attraverso lezioni frontali

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte le necessarie variazioni rispetto a quanto dichiarato in precedenza, al fine di rispettare il programma previsto e riportato nel syllabus.

Informazioni per studenti con disabilità e/o DSA
A garanzia di pari opportunità e nel rispetto delle leggi vigenti, gli studenti interessati possono chiedere un colloquio personale col docente in modo da programmare eventuali misure compensative e/o dispensative, in base agli obiettivi didattici ed alle specifiche esigenze.
È possibile rivolgersi anche al docente referente CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata - Servizi per le Disabilità e/o i DSA) del nostro Dipartimento, prof. Condorelli.


Prerequisiti richiesti

Per le propedeuticità formali consultare il regolamento didattico della coorte di riferimento disponibile nella pagina dedicata http://www.lex.unict.it/it/chi-siamo/regolamenti-didattici-del-corso-di-laurea-magistrale-ciclo-unico-giurisprudenza-lmg01



Frequenza lezioni

E' fortemente consigliata la frequanza delle lezioni, anche per il coinvolgimento attivo degli studenti in aula



Contenuti del corso

L’insegnamento di istituzioni di Diritto privato I ha per oggetto lo studio delle nozioni fondamentali della disciplina giuridica applicabile ai rapporti tra soggetti privati.

Il programma dedica particolare attenzione alle fonti, interne e sovranazionali, ai criteri di interpretazione della legge, ai soggetti di diritto ed alle situazioni giuridiche soggettive.

Le aree tematiche trattate nel primo corso attengono ai diritti assoluti, di natura personale (diritti della personalità) e patrimoniale (diritti reali) ed alle nozioni fondamentali in materia di diritto di famiglia e delle successioni



Testi di riferimento

ROPPO, Diritto privato, Giappixhelli, ultima edizione


Altro materiale didattico

Gli studenti dovranno munirsi di un codice civile, a scelta libera



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Introduzione: Il diritto privato nel sistema giuridicoIl testo di riferimento √® ROPPO, Diritto Privato, Giappichelli, ultima edizione 
2I settimana: le fonti del diritto. il rapporto tra il giudice e la legge 
3II settimana e situazioni giuridiche soggettive; la circolazione giuridica 
4III - IV settimana: i soggetti; la persona fisica e giuridica. i diritti della personalit√† 
5V - VI settimana: i beni e le forme giuridiche di appartenenza. La propriet√† e i diritti reali 
6VII - VIII - IX settimana: i principi fondamentali in materia di famiglia e successioni:  


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Esame orale

E' necessario che lo studente raggiunga una valutazione pari almeno alla sufficienza in tutte le diverse parti del programma (nozioni introduttive, soggetti, diritti reali, famiglia, successioni)

L'esame sarà valutato secondo i seguenti criteri (Delibera Consiglio CdS 17 settembre 2018):

La verifica dell’apprendimento potrà essere effettuata anche per via telematica, qualora le condizioni lo dovessero richiedere.


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

Non ci sono domande tipiche. Le domande possono riguardare tutti gli argomenti del corso.




Apri in formato Pdf English version