GEOGRAFIA CULTURALE

M-GGR/01 - 6 CFU - 2° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

MARIA SORBELLO
Email: sorbello@unict.it
Edificio / Indirizzo: Monastero dei Benedettini Piazza Dante 32 Catania
Telefono: 0957102382
Orario ricevimento: martedì e giovedì dalle ore 10 alle ore 12,stanza 225


Obiettivi formativi

Acquisizione della conoscenza della disciplina e dell’importanza dell’opera umana nella creazione dei differenti luoghi. Gli uomini sono infatti gli agenti principali dei diversi paesaggi, culture, valori ed assetti politici presenti nel mondo.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali e indagini sul campo inerenti le tematiche affrontate.

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte le necessarie variazioni rispetto a quanto dichiarato in precedenza, al fine di rispettare il programma previsto e riportato nel syllabus.


Prerequisiti richiesti

Adeguata conoscenza delle nozioni scolastiche della disciplina.



Frequenza lezioni

Facoltativa.



Contenuti del corso

Dalla conoscenza generale geografica si procede con lo studio degli argomenti attinenti alla geografia culturale tradizionale e alla New Cutural Geography per concludere con l’analisi di alcune realtà territoriali siciliane (Piana di Catania, Etna, siti Unesco, luoghi del grand tour).

Popolazione, migrazioni, agricoltura, industria, servizi, economia e ambiente, urbanizzazione, sviluppo sostenibile, globalizzazione e glocalizzazione.

Geografia culturale: le origini della geografia culturale, Le tre scuole della Geografia culturale. La crisi della Geografia culturale, i Cultural Studies. la New Cultural Geography..

I paesaggi siciliani, la geostoria della Sicilia.



Testi di riferimento

5 CFU

- BONAZZI A., Manuale di Geografia Culturale, Laterza 2012 (2 CFU), pp. 200.

- GREYNER A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia umana. Un approccio visuale, Utet 2012, pp. 300 (3 CFU)

1 CFU

- FAMOSO N., SORBELLO M., LA FERLA V., Places of Sicily. Geostoria, CUECM, Catania 2016, vol. 1, pp. 75-123 (disponibile su Studium);

- SORBELLO M., L'irrigazione e la bonifica della piana di Catania. Studio geostorico sulla trasformazione del paesaggio e il riordino territoriale, Canterano (RM), Aracne, 2020, pp. 9-45 (disponibile su Studium).

N.B.: Un buon Atlante geografico è strumento indispensabile per lo studio della disciplina. A tale scopo si consiglia l’uso dell’ultima edizione. del Nuovo Atlante Metodico De Agostini.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 171 della legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive disposizioni, fotocopiare libri in commercio, in misura superiore al 15% del volume o del fascicolo di rivista, è reato penale.

Per ulteriori informazioni sui vincoli e sulle sanzioni all’uso illecito di fotocopie, è possibile consultare le Linee guida sulla gestione dei diritti d’autore nelle università (a cura della Associazione Italiana per i Diritti di Riproduzione delle opere dell’ingegno - AIDRO).

I testi di riferimento possono essere consultati in Biblioteca.


Altro materiale didattico

Altri materiali per lo studio e l'approfondimento dei contenuti trattati durante il corso potranno essere forniti attraverso la piattaforma Studium.


Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Cap. 1. La geografia Umana, pp. 1-40Greyner A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia Umana Un approccio visuale , pp. 1-40 
2Cap. II. Ambiente società e territorio pp.41-67 Greyner A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia Umana. Un approccio visuale  
3Cap. III. Popolazione e migrazioni, pp. 73-112 Greyner A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia Umana. Un approccio visuale  
4Cap. IV. Lingue, Gruppi Umani, Etnie e Religioni, pp. 113- 162 Greyner A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia Umana. Un approccio visuale  
5Cap. V. La Geografia Culturale e la Globalizzazione, pp. 163-193 Greyner A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia Umana. Un approccio visuale  
6Cap. VII. Geografia dell'Agricoltura, pp. 229-264 Greyner A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia Umana. Un approccio visuale  
7Cap. VIII. Cambiamenti Geografici per l'industria e i servizi, pp. 267-294 Greyner A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia Umana. Un approccio visuale  
8Cap IX. La circolazione: flussi, reti e nodi, pp. 299-325 Greyner A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia Umana. Un approccio visuale  
9Cap. X. Geografia Urbana, pp. 329-367 Greyner A. L., Dematteis G., Lanza C., Geografia Umana. Un approccio visuale  
101. La vecchia e nuova geografia culturale, pp. 5-96 Bonazzi A., Manuale di Geografia Culturale, Laterza 2012  
112. Spazio, Paesaggio e Luogo, pp. 97-170 Bonazzi A., Manuale di Geografia Culturale, Laterza 2012  
12Il cambiamento del paesaggio e il riordino territoriale, pp. 11-50della Piana di CataniaSorbello M., L'irrigazione e la bonifica della Piana di Catania. Studio geostorico sulla trasformazione del paesaggio e il riordino territoriale, pp. pp. 11-52 
132. La Sicilia di ieri raccontata dai grandi viaggiatori e la Sicilia moderna, pp. 75-123Famoso Sorbello M., La Ferla V, Luoghi di Sicilia. Geostoria 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Nel corso delle lezioni sono previste per i frequentanti alcune prove intermedie orali secondo il metodo braistorming, al fine di avere un quadro esaustivo sui processi di apprendimento del gruppo e di ogni singolo alunno.

Prova orale finale.

Per la valutazione dell’esame si terrà conto della padronanza dei contenuti e delle competenze acquisite, dell’accuratezza linguistica e proprietà lessicale, nonché della capacità argomentativa dimostrata dal candidato.

La verifica dell’apprendimento potrà essere effettuata anche per via telematica, qualora le condizioni lo dovessero richiedere.


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

Cos'è la Geografia Culturale?

Quali sono le tre scuole di Geografia Culturale?

Che differenza c'è tra il determinismo e il possibilismo?

Cos'è la New Cultural Geography? Quali le tematiche maggiormente affrontate?

Cosa sono i paesaggi culturali?

Quali sono le cause del degrado ambientale?

Cos'è un ecosistema?

Quali sono le risorse energetiche rinnovabili e quali quelle non rinnovabili?

Quali sono gli effetti dell'interazione uomo-ambiente?

Quali sono i concetti base degli studi demografici?

Quali sono le fasi della transizione demografica?

Che differenza c'è tra le migrazioni forzate e le migrazioni volontarie?

Chi sono gli ecoprofughi?

Cos'è il transnazionalismo?

La teoria malthusiana della popolazione e il rapporto risorse – popolazione.

Cos'è la globalizzazione? E la glocalizzazione? Cosa sono i siti Unesco?

Cos'è l'indice di Sviluppo Umano?

Quali sono i principi fondamentali dello sviluppo sostenibile?

Quali sono i tre settori dell'economia mondiale?

Quando e dove ebbe origine la I rivoluzione agricola?

Parla della II e della III rivoluzione agricola.

Che differenza c'è tra l'agricoltura di sussistenza e quella di mercato? E tra l'agricoltura estensiva e quella intensiva?

Il settore secondario e le rivoluzioni industriali.

Parla della riduzione delle distanze grazie allo sviluppo dei mezzi di trasporto e delle telecomunicazioni

Che differenza c'è tra turismo di massa e turismo culturale?

Cosa sono le attività terziarie e quelle quaternarie?

Come si definisce una città?

Quali sono le funzioni delle città?

Cosa sono le “città globali”? E le “megalopoli”? E le “tecnopoli” o “tecnopoli”?

Parla del paesaggio della Piana di Catania descritto da Verga prima della bonifica e del paesaggio odierno.

Individua i tratti più salienti dell’evoluzione storico-geografica degli interventi di bonifica. Della Piana .

Parla dei problemi del territorio della Piana di Catania, prima e dopo la bonifica.




Apri in formato Pdf English version