VULCANOLOGIA REGIONALE CON RILEVAMENTO

GEO/08 - 9 CFU - 2° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

MARCO VICCARO
Email: m.viccaro@unict.it
Edificio / Indirizzo: Palazzo Ramondetta - Corso Italia 57
Telefono: 095-7195741
Orario ricevimento: Tutti i giorni 9-19


Obiettivi formativi

Il corso ha l’obiettivo dichiarato di fornire le adeguate conoscenze e capacità di comprensione della Vulcanologia Regionale. In particolare, saranno obiettivi primari del corso: La conoscenza della distribuzione e caratteri del vulcanismo in relazione ai differenti ambienti geodinamici; La capacità di interpretare autonomamente processi naturali complessi quali la genesi dei magmi, la loro evoluzione, le dinamiche delle eruzioni vulcaniche e formazione di edifici vulcanici; L’abilità nell’esecuzione di rilievi di dettaglio di terreni vulcanici e ricostruzione dei caratteri vulcanologici sulla base dell’osservazione dei depositi


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

42 ore (6CFU) di lezioni frontali e 36 ore (3 CFU) di attività di rilevamento sul terreno. Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte le necessarie variazioni rispetto a quanto dichiarato in precedenza, al fine di rispettare il programma previsto e riportato nel syllabus.


Prerequisiti richiesti

Fondamenti di petrografia, petrologia, geochimica, vulcanologia di base, vulcano-tettonica, fisica del vulcanesimo.



Frequenza lezioni

Obbligatoria



Contenuti del corso

Distribuzione del vulcanismo sulla Terra

Vulcanismo Intraplacca

Vulcanismo di Dorsale Oceanica

Vulcanismo in Zone di Rift Continentale

Vulcanismo in Zone di Subduzione

Vulcanismo dell’Etna

Vulcanismo dell’Arco Eoliano



Testi di riferimento


Altro materiale didattico

A disposizione presso il docente prima dell'inizio dell'insegnamento.



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Distribuzione del vulcanismo sulla TerraSchmincke (2004); Dispense 
2Modelli di risalita di plume e interazione con la litosferaSigurdsson (2000); Dispense 
3Evoluzione strutturale e composizionale di isole oceanicheDispense 
4Eruzioni e prodotti in isole oceanicheParfitt e Wilson (2008); Dispense 
5Strutture in sistemi intraplacca continentaliSigurdsson (2000); Dispense 
6Composizioni e serialità in sistemi intraplaccaSigurdsson (2000); Dispense 
7Signature di elementi in tracce in sistemi intraplaccaDispense 
8Sistematiche isotopiche in vulcanismo intraplaccaDispense 
9Morfologie ed espansione in dorsali oceanicheSigurdsson (2000); Dispense 
10Eruzioni e prodotti in dorsali oceanicheParfitt e Wilson (2008); Sigurdsson (2000) 
11Eruzioni sub-glacialiSchmincke (2004); Dispense 
12Camere magmatiche in sistemi di dorsaleSchmincke (2004); Sigurdsson (2000); Dispense 
13Composizioni e serialità in sistemi di dorsaleSigurdsson (2000); Dispense 
14Signature di elementi in tracce in sistemi di dorsaleDispense 
15Sistematiche isotopiche in vulcanismo di dorsaleDispense 
16Modelli di rifting in zone continentaliDispense 
17Eruzioni e prodotti in rift continentaliDispense 
18Composizioni e serialità in rift continentaliDispense 
19Signature di elementi in tracce in rift continentaliDispense 
20Sistematiche isotopiche in rift continentaliDispense 
21Modelli di sviluppo delle zone di subduzioneSigurdsson (2000); Dispense 
22Esempi di zone di subduzione sulla TerraLockwood e Hazlett (2010); Dispense 
23Tipologie di zone di subduzione (Chile vs. Marianne)Schmincke (2004); Dispense 
24Eruzioni e prodotti in zone di subduzioneLockwood e Hazlett (2010); Dispense 
25Composizioni e serialità in zone di subduzioneDispense 
26Signature di elementi in tracce in zone di subduzioneDispense 
27Sistematiche isotopiche in zone di subduzioneDispense 
28Aspetti strutturali e successione stratigrafica dell’EtnaDispense 
29Composizione dei prodotti etneiDispense 
30Attività eruttiva recente e hazardDispense 
31Aspetti geodinamici e strutturali del vulcanismo eolianoDispense 
32Composizione dei prodotti emessi nell’arco eolianoDispense 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

L’esame finale si svolge in forma orale con l’integrazione del lavoro svolto sul terreno. L’esame orale consiste in un colloquio con la Commissione esaminatrice durante il quale il candidato, su richiesta del docente del corso, dovrà esporre le conoscenze acquisite su almeno tre argomenti del corso. La verifica delle conoscenze teoriche durante il colloquio con la Commissione esaminatrice peserà 2/3 sulla valutazione finale. Essa è finalizzata a valutare il grado di apprendimento dello studente e le capacità di esporre correttamente in forma orale i concetti acquisiti, nonché di mostrare un'adeguata padronanza del metodo scientifico di indagine. Il lavoro sul terreno prevede la redazione di una carta geo-vulcanologica (con profili e sezioni stratigrafiche) corredata da relazione per l’area vulcanica oggetto del rilevamento. Alla valutazione dell’elaborato risultante dalle attività pratiche sul terreno sarà assegnato il peso di 1/3 sul totale.


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

Strutture e morfologie in sistemi intraplacca oceanici

Strutture e morfologie in sistemi intraplacca continentali

Evoluzione strutturale e composizionale di isole oceaniche

Composizioni e signature in prodotti intraplacca

Morfo-strutture in dorsali a diversa velocità di espansione

Fasi di sviluppo di eruzioni sub-glaciali

Composizioni e signature in prodotti di dorsale

Morfo-strutture in rift continentali

Composizioni e signature in prodotti di rift continentali

Morfo-strutture in zone di subduzione con diverso stress

Composizioni e signature in prodotti di subduzione

Evoluzione stratigrafica e strutturale dell’Etna

Composizioni e signature dei prodotti etnei

Caratteri geodinamici e strutturali dell’arco eoliano

Composizioni e signature dei prodotti dell’arco eoliano




Apri in formato Pdf English version