STORIA MEDIEVALE

M-STO/01 - 6 CFU - 1° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

CARMELINA URSO
Email: curso@unict.it
Edificio / Indirizzo: Dipartimento di Scienze della Formazione-Università degli Studi di Catania-Via Biblioteca 4 (Palazzo Ingrassia, Stanza XII) 95124 Catania
Telefono: 0952508043
Orario ricevimento: Vedi pagina docente sito Dipartimento


Obiettivi formativi

L’insegnamento recupera i processi della formazione culturale nel Medioevo, ne rintraccia i contenuti e le distinzioni di genere.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte le necessarie variazioni rispetto a quanto dichiarato in precedenza, al fine di rispettare il programma previsto e riportato nel syllabus.


Prerequisiti richiesti

Necessaria la conoscenza dei fondamenti storici.



Frequenza lezioni

Facoltativa



Contenuti del corso

L’insegnamento individua le forme e gli strumenti specifici della trasmissione della cultura nei secoli V- XV; evidenzia la portata dell’intervento dei poteri pubblici nei processi formativi; indaga la funzione politico-sociale della cultura già nel Medioevo.

Mod. A: Cultura e trasmissione dei saperi nel Medioevo (4 crediti).

Mod. B: Uomini e donne di cultura nel Medioevo (2 crediti).



Testi di riferimento

Mod. A:

- P. Riché, J. Verger, Nani sulle spalle di giganti. Maestri e allievi nel Medioevo, tr. it., Jaca Book, Milano, 2011, pp. 1-272; e i documenti in C. Frova, Istruzione e educazione nel medioevo, Loescher, Torino, 1973.

Mod. B:

- F. Delle Donne, La porta del sapere. Cultura alla corte di Federico II di Svevia, Carocci, Roma, 2019, pp. 11-15, 43-191

- L. Miglio, Governare l’alfabeto. Donne, scrittura e libri nel Medioevo, Viella, Roma, 2008, pp. 23-152, 207-250.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 171 della legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive disposizioni, fotocopiare libri in commercio, in misura superiore al 15% del volume o del fascicolo di rivista, è reato penale.

Per ulteriori informazioni sui vincoli e sulle sanzioni all’uso illecito di fotocopie, è possibile consultare le Linee guida sulla gestione dei diritti d’autore nelle università (a cura della Associazione Italiana per i Diritti di Riproduzione delle opere dell’ingegno - AIDRO).

I testi di riferimento possono essere consultati in Biblioteca.


Altro materiale didattico

Altri materiali per lo studio e l'approfondimento dei contenuti trattati durante il corso potranno essere forniti attraverso la piattaforma Studium.


Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Parte prima: il tempo delle scuole (VI-XII)TESTO 1-PP. 9-154 
2Parte seconda: L'epoca delle università (XIII-XV)TESTO 1-PP. 157-272 
3Disposizioni dell'autorità laicaTESTO 2-SEZ. 1 
4La scuola cristianaTESTO 2-SEZ. 2 
5 Il curriculum degli studiTESTO 2-SEZ. 3 
6 Pedagogia e vita scolasticaTESTO 2-SEZ. 4 
7Libri e bibliotecheTESTO 2-SEZ. 5 
8 La scuola nelle città comunali italianeTESTO 2-SEZ. 6 
9L'UniversitàTESTO 2-SEZ. 7 
10La porta del sapere. Cultura alla corte di Federico II di SveviaTESTO 3-PREMESSA PP. 11-15; CAPP. 2-6 PP. 43-191 
11Governare l’alfabeto. Donne, scrittura e libri nel MedioevoTESTO 4-SEZ.1, PP. 23-53 
12Governare l’alfabeto. Donne, scrittura e libri nel MedioevoTESTO 4-SEZ.2, PP. 57-152 
13Governare l’alfabeto. Donne, scrittura e libri nel MedioevoTESTO 4-SEZ.3, PP. 207-250 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Prova orale finale.

Sono previste anche due prove in itinere non obbligatorie che prevedono risposte scritte aperte a cinque-sei domande.

Gli studenti debbono superare entrambe le prove con un punteggio di almeno 18/30.

Gli studenti che non si siano sottoposti alle prove in itinere, che non le abbiano superate o le abbiano superate con un punteggio per loro non soddisfacente, possono ovviamente sostenere l’esame orale su tutto il programma in uno qualunque degli appelli delle diverse sessioni di esami.

Per la valutazione dell’esame si terrà conto della padronanza dei contenuti e delle competenze acquisite, dell’accuratezza linguistica e proprietà lessicale, nonché della capacità argomentativa dimostrata dal candidato.

La verifica dell’apprendimento potrà essere effettuata anche per via telematica, qualora le condizioni lo dovessero richiedere.


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

Le domande più frequenti si riferiscono agli argomenti indicati nella programmazione e approfonditi durante le lezioni.
Lo studente dovrà dimostrare una conoscenza approfondita dell’argomento oggetto della domanda (le invasioni barbariche; l’Italia longobarda; le crociate ecc. ecc.), capacità di rielaborare le conoscenze, adeguatezza e correttezza lessicale nonché capacità di approfondimento critico.




Apri in formato Pdf English version