FILOLOGIA ROMANZA

L-FIL-LET/09 - 6 CFU - 1° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

STEFANO RAPISARDA


Obiettivi formativi

Lo studente di terzo anno, che ha già padronanza con le categorie della linguistica generale e dell’interpretazione letteraria, acquisirà, in campo linguistico, un buon livello di conoscenza della formazione storica delle lingue romanze, della loro dislocazione geografica, delle maggiori differenziazioni e comunanze fra loro, delle strutture linguistiche che si sviluppano in diacronia nel passaggio dal latino alle varietà derivate; in campo letterario, acquisirà conoscenze filologiche relative alla trasmissione dei testi medievali e conoscenze relative alle forme letterarie medievali epiche e romanzesche secondo una prospettiva comparatistica romanza ed eurasiatica.

Capacità di Applicare Conoscenza e Capacità di Comprensione:

Grazie alle conoscenze acquisite, lo studente sarà in grado, da un punto di vista linguistico, di collocare diacronicamente e sincronicamente i fenomeni linguistici peculiari delle diverse lingue romanze, con particolare riferimento a quelle di specializzazione, e di cogliere analogie e differenze linguistiche fra le lingue. Sarà in grado così di applicare le conoscenze acquisite nella direzione dell’intercomprensione fra lingue romanze. Da un punto di vista letterario, sarà in grado di comprendere le dinamiche filologiche della trasmissione testuale, di approfondire le sue conoscenze relative ai generi letterari epico e romanzesco in prospettiva diacronica, di interpretare i testi medievali in prospettiva comparatistica, di applicare coerentemente le categorie di analisi testuale. Posto davanti a un’opera medievale – quest’anno si è scelto di leggere un romanzo a scelta fra l'Erec et Enide di e l'Yvain di Chrétien de Troyes – riuscirà dunque ad analizzarle nelle loro diverse componenti, filologica, linguistica, letteraria.

 

Autonomia di Giudizio:

La natura differenziata, stratificata, organica e comparata delle conoscenze acquisite consentirà allo studente di formulare in ambito linguistico e letterario giudizi critici e originali, con ricadute costruttive sugli aspetti personali, relazionali e sociali della vita intra ed extrauniversitaria.

Abilità comunicative:

Durante le ore di esercitazione in aula, i dibattiti e le verifiche orali si stimola lo studente a migliorare la qualità delle sue abilità comunicative nel veicolare i contenuti acquisiti, così che riesca ad articolarli in modo complesso approfondito e convincente.

Capacità di apprendere:

La complessità del percorso didattico proposto e la continua attenzione nei confronti della sua applicazione e attualizzazione durante lezioni, esercitazioni e verifiche, concorrono a sviluppare nello studente le capacità di apprendimento, di organizzazione autonoma dello studio, di connessione interdisciplinare.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali

Seminari


Prerequisiti richiesti

Conoscenze di Linguistica generale

Conoscenze di base relative alla filologia e alla storia delle letterature medievali

Capacità di analisi testuale



Frequenza lezioni

Non obbligatoria, ma consigliata ai fini di poter partecipare alle verifiche in itinere e alle esercitazioni laboratoriali

Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare la docente



Contenuti del corso

Studio della genesi e dei caratteri delle lingue romanze.

Le letterature romanze

Forme della narrativa medievale: il romanzo.



Testi di riferimento

  1. L. Renzi - A. Andreose, Manuale di linguistica e Filologia romanza, Il Mulino (parti da concordare); materiale didattico fornito dalla docente
  2. F. Brugnolo-R. Cappelli, Profilo delle letterature romanze medievali, Carocci 2011 (parti da concordare)
  3. M.L. Meneghetti, Il romanzo nel Medioevo. Francia, Spagna, Italia, Il Mulino 2010
  4. Chrétien de Troyes, Erec et Enide, Carocci 1999; Chrétien de Troyes,Yvain. Il cavaliere del leone, Ed. dell'Orso 2011 (un'opera a scelta)

Altro materiale didattico

Il materiale didattico aggiuntivo e complementare relativo alle varie parti dell'insegnamento verrà pubblicato su Studium nel corso delle lezioni



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Linguistica romanza L. Renzi - A. Andreose, Manuale di linguistica e Filologia romanza, Il Mulino (parti da concordare); materiale didattico fornito dalla docente  
2Letterature romanze F. Brugnolo-R. Cappelli, Profilo delle letterature romanze medievali, Carocci 2011 (parti da concordare) 
3 Forme della narrativa medievale: il romanzoM.L. Meneghetti, Il romanzo nel Medioevo, Il Mulino 2010 
4Lettura dei testiChr├ętien de Troyes, Erec et Enide, Carocci 1999; Chr├ętien de Troyes, Yvain, Ed. Dell'Orso 2011 (un'opera a scelta) 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Esame orale

verifiche in itinere


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

Le domande vertono sulle varie parti del programma:

es:

1-descrivere il sistema del vocalismo tonico nel passaggio dal latino alle lingue romanze

2- la formazione dell'articolo nelle lingue romanze

3- il genere dell Chanson de geste e l'epica di area iberica: somiglianze e differenze

4- Analisi del testo in programma secondo le coordinate fornite dal docente durante le lezioni o al ricevimento (nel caso di studenti non frequentanti)




Apri in formato Pdf English version