ECOFISIOLOGIA E MIGLIORAMENTO GENETICO IN ARBORICOLTURA

AGR/03 - 9 CFU - 2° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

ALESSANDRA GENTILE


Obiettivi formativi

Fornire una specifica conoscenza sui metodi tradizionali del miglioramento genetico e delle nuove biotecnologie applicate al settore delle piante arboree da frutto.

Fornire conoscenze sui meccanismi fisiologici che regolano i rapporti tra la pianta arborea e l'ambiente in cui essa sviluppa, con particolare riferimento agli effetti di luce, temperatura, disponibilità idrica e di nutrienti.


Prerequisiti richiesti

Conoscenze di base di biologia vegetale, arboricoltura generale e genetica agraria



Frequenza lezioni

La frequenza al corso non è obbligatoria, ma consigliata



Contenuti del corso

Origine delle piante coltivate e tutela della biodiversità

Metodi di miglioramento genetico tradizionale per le piante arboree: selezione, mutagenesi indotta, incrocio e ibridazione

Biotecnologie applicate al miglioramento genetico: coltura in vitro, trasformazione genetica, marcatori molecolari

Fotosintesi

Trasporto e ruolo dei fotosintati

Rapporti acqua-pianta: assorbimento radicale, trasporto xilematico, traspirazione

Fattori ambientali di sviluppo: Luce (fotomorfogenesi e fotoperiodo) gravità, temperatura

Fisiologia degli stress

Nutrizione minerale

Ormoni vegetali



Testi di riferimento

testo n.1 - Arboricoltura Generale AA.VV. a cura di S. Sansavini - Patron Editore - Bologna

testo n.2 - Genetica e Genomica. G. Barcaccia, M. Falcinelli Vol. II e III - Liguori Editore - Napoli

testo n.3 - Fisiologia Vegetale. L. Taiz, E. Zwaiger 2° edizione - PICCIN – Padova

testo n.4 - Fisiologia delle piante. A Alpi, P. Pupillo, C. Riganò. EdiSES - Napoli

testo n. 5 - Botanica Generale. S. Tonzig, E. Marrè - 2° edizione, Vol II - Casa editrice Ambrosiana – Milano

Sussidi didattici forniti dal docente: articoli scientifici e presentazioni power point delle lezioni


Altro materiale didattico

Le presentazioni delle lezioni ed il materiele relativo al miglioramento genetico sono interamente disponibili su: www.studium.unict.it

Per il materiale relativo all'Ecofisiologia basarsi sui testi consigliati sul syllabus



Programmazione del corso

 *ArgomentiRiferimenti testi
1 variabilità e centri di origine delle specie coltivatetesto n.2 Vol II e sussidi del docente 
2 germoplasma frutticolo: importanza, raccolta e conservazionetesto n.2 Vol II e sussidi del docente 
3 obiettivi del miglioramento genetico per portinnesti e varietàtesto n.2 Vol II, testo n. 1 e sussidi del docente 
4*miglioramento genetico classico: mutazioni spontanee, chimere e selezione clonaletesto n.2 Vol II, testo n. 1 e sussidi del docente 
5*miglioramento genetico classico: incrocio, ibridazione, selezione dei semenzalitesto n.2 Vol II, testo n.1 e sussidi del docente 
6*aspetti generali e applicazioni delle colture in vitrotesto n.2 Vol III, testo n.1 e sussidi del docente 
7*colture cellulari e induzione della variabilità somaclonaletesto n.2 Vol III, testo n.1 e sussidi del docente 
8 coltura di antere per l'ottenimento di aploidi, seme sinteticotesto n.2 Vol III, testo n.1 e sussidi del docente 
9*enzimi di restrizione e vettori di clonaggiotesto n.2 Vol III e sussidi del docente 
10*trasformazione genetica: significato e tecnichetesto n.2 Vol III, testo n.1 e sussidi del docente 
11 trasformazione genetica: applicazioni nelle colture arboreetesto n.2 Vol III, testo n.1 e sussidi del docente 
12 trasformazione genetica:diffusione e classificazione delle PGM, aspetti normativitesto n.2 Vol III e sussidi del docente 
13*cisgenesi e genome editingsussidi del docente 
14*marcatori molecolari: generalità, classificazioni e applicazionitesto n.2 Vol III, testo n.1 e sussidi del docente 
15 Reazione a catena della polimerasi (PCR) ed elettroforesitesto n.2 Vol III e sussidi del docente 
16*marcatori molecolari basati sulla PCR: RAPD, AFLP, SSR, SNPtesto n.2 Vol III e sussidi del docente 
17*ibridazione tipo Southerntesto n.2 Vol III e sussidi del docente 
18*marcatori molecolari basati su restrizione e ibridazione: RFLPtesto n.2 Vol III e sussidi del docente 
19*aspetti generali della radiazione solare e interazione chioma-lucetesto n.1 e sussidi del docente 
20*fotomorfogenesi e fotoperiodotesto n.4 e sussidi del docente 
21*Fotosintesi: fase luminosa, fase oscuratesto n.1, testo n.5 e sussidi del docente 
22*fattori che influenzano la fotosintesitesto n.1, testo n.5 e sussidi del docente 
23*trasporto ruolo ed utilizzazione dei prodotti della fotosintesi nelle piante arboreetesto n.1, testo n.3 e sussidi del docente 
24*struttura e fisiologia del floematesto n.3 e sussidi del docente 
25*assorbimento radicaletesto n.3, testo n.4 e sussidi del docente 
26*trasporto xilematicotesto n.3, testo n.4 e sussidi del docente 
27*traspirazione e controllo stomaticotesto n.3, testo n.4 e sussidi del docente 
28*traspirazione e controllo stomaticotesto n.3, testo n.4 e sussidi del docente 
29*stress idrici e anossia radicaletesto n.1 e sussidi del docente 
30*nutrizione minerale: disponibilità e ssorbimento dei sali mineralitesto n.1, testo n.4 e sussidi del docente 
31 resistenza agli stress termici e salinitesto n.1 e sussidi del docente 
32 riduzione dei nitrati e sintesi degli aminoacidi, sintesi di fenoli e terpenoiditesto n.1 e sussidi del docente 
* Conoscenze minime irrinunciabili per il superamento dell'esame.

N.B. La conoscenza degli argomenti contrassegnati con l'asterisco è condizione necessaria ma non sufficiente per il superamento dell'esame. Rispondere in maniera sufficiente o anche più che sufficiente alle domande su tali argomenti non assicura, pertanto, il superamento dell'esame.


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

esame orale a fine corso


PROVE IN ITINERE

Prova scritta a domande aperte, sugli argomenti trattati nella prima metà del corso


PROVE DI FINE CORSO

esame orale


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

cos'è una chimera?

cosa si intende per variabilità somaclonale?

quale forza determina il flusso nello xilema?




Apri in formato Pdf English version