PEDAGOGIA SPECIALE

M-PED/03 - 8 CFU - 1° semestre

Docenti titolari dell'insegnamento

VALENTINA PERCIAVALLE
Email: valentinaperciavalle@unict.it
Edificio / Indirizzo: Palazzo Ingrassia via Biblioteca 4 Catania
Telefono: 095 2508011 centralino
Orario ricevimento: giovedì ore 18
CORRADO MUSCARA'
Email: corrado.muscara@alice.it


Obiettivi formativi

Favorire la formazione globale della personalità dei soggetti con necessità educative particolari.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

lezioni frontali


Prerequisiti richiesti

Buona conoscenza generale delle principali nozion inerenti la disciplina



Frequenza lezioni

necessaria



Contenuti del corso

Scopo della pedagogia speciale è distinguere nel soggetto le componenti legate al deficit ricercando le condizioni utili a ridurre lo svantaggio, così che anche la persona disabile possa prendere parte attiva alla costruzione del proprio progetto di vita.



Testi di riferimento

"Il gioco dei bambini” di Emma Baumgartner, Carocci Editore;

"Pedagogia del corpo” di Ivano Gamelli, Raffaello Cortina Editore


Altro materiale didattico

Appunti integrativi forniti dal docente



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Il corso è rivolto alla conoscenza del concetto di handicap e di integrazione scolastica di allievi con disabilità. Lo studente conoscerà le differenze fra deficit ed handicap, la logica delle buone prassi e le linee metodologiche per impostare un progetto di vita secondo la prospettiva inclusiva. Conoscerà i principali sistemi di classificazione promossi dall’OMS per la costruzione di un Progetto di Vita in relazione alle caratteristiche originali della persona con disabilità e del contesto di appartenenza“ Il gioco dei bambini” di Emma Baumgartner, Carocci Editore; “ Pedagogia del corpo” di Ivano Gamelli, Raffaello Cortina Editore 
2- Teorie del gioco; - Il gioco nei primi due anni di vita; - Il gioco come strumento esplorativo; - Il gioco simbolico ; - Gioco di fantasia; - Gioco con regole; - Differenze di genere nei giochi; - L’evoluzione del giocattolo; - La violenza nel gioco; - Il gioco psicomotorio; - Excursus storico sulla psicomotricità; - La fantasmatica corporea; - Lo sport come agente educativo; - Metodi e tecniche per comunicare con la corporeità; - Educare attraverso la sensorialità; - Espressività corporea in Oriente;  


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

prova scritta seguita da prova orale


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

non compilata




Apri in formato Pdf English version