FONDAMENTI DI URBANISTICA

ICAR/21 - 8 CFU - 2° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

FRANCESCO MARTINICO
Email: fmartinico2@gmail.com
Edificio / Indirizzo: Sede Sds Piazza federico di Svevia Siracusa
Telefono: 0931489401
Orario ricevimento: mercoledì 9-11


Obiettivi formativi

Il corso, rivolto agli studenti del 2° anno del Corso di Laurea quinquennale in Architettura, costituisce insegnamento caratterizzante nel curriculum formativo dell'architetto; esso affronta lo studio dei caratteri degli insediamenti umani e delle culture che hanno prodotto e producono le trasformazioni alle città e al territorio. Il suo obiettivo è quello di fornire le basi culturali, teoriche e tecniche per acquisire un metodo di analisi dei sistemi urbani e territoriali in vista di un progetto.


Prerequisiti richiesti

Conoscenza della lingua italiana (capacità di scrivere un breve testo nella prova scritta), coscenze di base di matematica (quattro operazioni, frazioni, percentuali).



Frequenza lezioni

Obbligatoria



Contenuti del corso

L'insegnamento di "Fondamenti di urbanistica" appartiene ad un sapere transdisciplinare che nella comprensione delle organizzazioni e forme dell\'insediamento umano sul territorio ha il suo oggetto principale di studio. Esso, ponendo come fuoco problematico l'organizzazione e la forma dello spazio fisico, si avvale di lezioni che seguiranno la seguente traccia:

Definizione del contenuto disciplinare dei "Fondamenti di urbanistica": riferimenti storico-critici.

Strumenti per la lettura delle modificazioni urbane e territoriali.

Caratteri urbanistici degli insediamenti contemporanei.

L'analisi dei fenomeni urbani: attività economiche, patrimonio edilizio e popolazione.

Elementi per l'organizzazione fisica e funzionale della città: la residenza, le attrezzature, i servizi urbani, le infrastrutture, i trasporti, i servizi tecnologici.

La forma della città e del territorio.

Alle origini della disciplina: le prime leggi di esproprio per pubblica utilità. Le leggi sanitarie e i grandi mutamenti funzionali delle città nella seconda metà dell'Ottocento.

Le grandi trasformazioni urbane: esempi di città europee e americane.

La legge urbanistica del 1942. La "legge ponte" e il decreto sugli standard. Normativa urbanistica in Sicilia.

Le lezioni avranno momenti di verifica nelle esercitazioni che consisteranno nell'analisi di una parte di tessuto urbano e di territorio a scelta dello studente



Testi di riferimento

1. G. Astengo voce Urbanistica, Enciclopedia universale dell’arte

2. G. Dato, Sventramenti nelle città Siciliane

3 G. Dato, Ingegneria sanitaria

 

4 A. Corboz, L'urbanistica del XX secolo: un bilancio

5 G. De Carlo, Città a bassa entropia


Altro materiale didattico

http://studium.unict.it/dokeos/2016/courses/1000979C0/



Programmazione del corso

 *ArgomentiRiferimenti testi
1*introduzione definizioniG . Astengo voce Urbanistica, Enciclopedia universale dell’arte  
2*CartografiaPdf di presentazione della lezione  
3*Dati Censuari, indicatori demografici Pdf di presentazione della lezione  
4*Introduzione al GIS Dispense del Docente  
5*Parametri Urbanistici Glossario a cura del docente  
6*Origini dell‘urbanistica moderna, ingegneria sanitaria G. Dato, Sventramenti nelle città Siciliane G. Dato, Ingegneria sanitaria  
7*Le città di nuova fondazione in Sicilia P. Misuraca, Caratteri urbanistici dei nuovi insediamenti, In Citta Nuove di Sicilia (a c. di M Giuffrè) 
8*Le attrezzature della città Pdf di presentazione della lezione 
9*La città giardino Pdf di presentazione della lezione 
10*Le attrezzature della cittàPdf di presentazione della lezione 
11*Le stradePdf di presentazione della lezione 
12*La città diffusaNuove forme insediative - città diffusa edge city 
13*La città del XX secolo A. Corboz. L'urbanistica del XX secolo: un bilancio.- G. De Carlo, Città a bassa entropia 
14*I trasporti pubblici. la città e il territorioNewman Kenworthy land use transport connection overview  
15*Norme urbanistiche nazionali e regionali Pdf di presentazione della lezione, Testi di legge  
16 Zone Territoriali Omogenee e Standards Urbanistici Pdf di presentazione della lezione, C. Albertini, L’Azzonamento,  
17 Il Prg e i Piani particolareggiati, evoluzione contenuti, esempiPdf di presentazione della lezione, Circolare Regionale 2- 2000 
* Conoscenze minime irrinunciabili per il superamento dell'esame.

N.B. La conoscenza degli argomenti contrassegnati con l'asterisco è condizione necessaria ma non sufficiente per il superamento dell'esame. Rispondere in maniera sufficiente o anche più che sufficiente alle domande su tali argomenti non assicura, pertanto, il superamento dell'esame.


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

L' esame comprende:

-una prova in itinere scritta, valutata in 30/30

-una prova finale scritta valutata in 30/30

- una esercitazione, consistente nella produzione di una mappa di uso del suolo e una breve relazione, valutata con un punteggio compreso tra 0 e 4

Il voto finale è il risultato della media delle due prove scritte a cui si aggiunge il voto dell'esercitazione

Nel caso in cui lo studente non sostenga la prova scritta finale e quella in itinere, l'esame sarà costituito da un colloquio orale sugli argomenti relativi alla prova non sostenuta.

L'esercitazione è parte integrante del corso e deve essere consegnata prima della prova finale scritta. Nel caso di ritardata consegna la valutazione sarà valutata con un punteggio pari a zero.

Lo svolgimento delle prove d'esame, comporta lo svolgimento di semplici calcoli relativi a indicatori territoriali e parametri urbanistici. Il superamento delle prove relative a questa parte del programma del corso costitusce un reqiusito minimo per l'approvazione dell'esame.


PROVE IN ITINERE

La prova in itinere consiste nello svolgimento di un test scritto comprendente sei domande, ciascuna delle quali verrà valutata conn un punteggio tra 0 e 5. Le domande richiedono in alcuni casi delle risposte a testo libero, in altri lo svolgimento di esercizi di lettura di stralci di cartografia tendenti a individuare i fenomeni territoriali oggetto del corso. In alcuni casi la risposta richiederà l'efettuazione del calcolo dei parametri urbanistici trattati nel corso delle sezioni teoriche. Gli argomenti della prova in itinere sono queli relativi alla prima parte del corso (fino all'argomento realtivo alla relazione tra i trasporti e il territorio).


PROVE DI FINE CORSO

Analogmente alla prova in itienere anche la prova finale consiste nello svolgimento di un test scritto comprendente sei domande, ciascuna delle quali verrà valutata con un punteggio tra 0 e 5.

Gli argomenti della prova finale sono quelli relativi alla seconda parte del corso (normativa e strumenti urbanistici).

Le domande richiedono in alcuni casi delle risposte a testo libero, in altri lo svolgimento di esericizi di lettura di piani regolatori e piani particolerggiati. In alcuni casi la risposta richiederà l'efettuazione del calcolo dei parametri urbanistici trattati nel corso delle sezioni teoriche.


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI



Apri in formato Pdf English version