MEDICINA LEGALE

MED/43 - 7 CFU - 1° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

CRISTOFORO POMARA
Email: cristoro.pomara@unict.it
Edificio / Indirizzo: Via Santa Sofia 87, Comparto 10 Edificio B - Medicina Legale
Telefono: 0953782060
Orario ricevimento: martedì e giovedì dalle 18:30 alle 19:30. Si consiglia di chiedere conferma sulla presenza del docente per e-mail. Il ricevimento potrà avvenire a distanza o in presenza.


Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione
Gli studenti devono essere in grado di conoscere e comprendere le principali problematiche medico-legali in tema di accertamento del nesso di causalità materiale, del danno alla persona, di indagini criminalistiche, dell’accertamento dell’identità personale. Devono conoscere e comprendere, altresì, le norme di tutela previdenziale e di assicurazioni pubbliche e private.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite alla soluzione di problemi pratici del Diritto, con particolare riferimento alla valutazione del danno alla persona sia in ambito penale che civile, allo svolgimento delle indagini criminalistiche, alle metodiche di accertamento dell’identità personale e dei rapporti di filiazione e alla tutela previdenziale.
Autonomia di giudizio
Capacità di raccogliere e interpretare in maniera critica dati ed elementi complessi nello specifico campo di studio.
Abilità comunicative
Capacità di comunicare a non specialisti informazioni, idee, problemi e considerazioni nell’ambito medico-legale con proprietà di linguaggio e con linearità e chiarezza.
Capacità di apprendimento
Studiare in modo autonomo sulla base dei dati acquisiti ed elaborati. Applicare le conoscenze medico legale acquisite ad altre discipline.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

L'insegnamento si svolge tramite lezioni frontali secondo calendario, e attività extra tra cui, ad esempio, attività settoria e simulazioni processuali.

Qualora l'insegnamento venisse impartito a distanza o in modalità mista potranno essere introdotte le necessarie variazioni rispetto a quanto dichiarato in precedenza, al fine di rispettare il programma previsto e riportato nel syllabus.

Informazioni per studenti con disabilità e/o DSA
A garanzia di pari opportunità e nel rispetto delle leggi vigenti, gli studenti interessati possono chiedere un colloquio personale col docente in modo da programmare eventuali misure compensative e/o dispensative, in base agli obiettivi didattici ed alle specifiche esigenze.
È possibile rivolgersi anche al docente referente CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata - Servizi per le Disabilità e/o i DSA) del nostro Dipartimento, prof. Condorelli.


Prerequisiti richiesti

Per le propedeuticità formali consultare il regolamento didattico della coorte di riferimento disponibile nella pagina dedicata http://www.lex.unict.it/it/chi-siamo/regolamenti-didattici-del-corso-di-laurea-magistrale-ciclo-unico-giurisprudenza-lmg01



Frequenza lezioni

Vivamente consigliata



Contenuti del corso

Le singole lezioni hanno le finalità din fare conoscere allo studente, i necessari requisit formali e normativi, per il corretto esercizio professionale con particolare riguardo al segreto professionale, e d'ufficio, privacy, informazione e consenso all'atto medico, la responsabilità penale, documentazione sanitaria (certificazione, cartelle cliniche, denuncia), compiti e responsabilità delle professioni sanitarie in relazione alle norme. Inoltre, le lezioni hanno lo scopo di fornire nozioni fondamentali finalizzate ad una corretta formazione pratica, nonchè alla conoscenza delle principali norme penali e conseguentemente gli obblighi e i doveri in merito ai reati di più frequente riscontro nell'esercizio professionale (esempio: delitto di lesione personale, istigazione o aiuto al suicidio, omicidio colposo, violenza sessuale, maltrattamenti e abuso dei mezzi di correzione). Ulteriore obiettivo didattico è quello di segnalare al futuro professionista sanitario, i riflessi che le affezioni mentali hanno rapporto con le norme penalistiche e civilistiche (imputabilità, interdizione, inabilitazione) nonchè al TSO. Comprensione del significato normativo delle assicurazioni sociali e della sicurezza sociale distinguendone il campo di applicazione, ed in particolare ogni adempimento burocratico previsto per legge.



Testi di riferimento

Medicina legale e delle assicurazioni II edizione, Norelli-Buccelli-Fineschi, Piccin editore


Altro materiale didattico

- slides fornite a lezione



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Il Sistema Sanitario Nazionale 
2Inquadramento giuridico della professione 
3La certificazione, gli atti pubblici, obblighi di denuncia e reati connessi 
4Classificazione dolosa e colposa delle lesioni, relative definizioni e reati 
5Elemento psicologico del reato e consenso informato 
6Classificazione dei fenomeni cadaverici 
7Lesività da corpo contundente e da armi bianche 
8Grandi traumatismi 
9Lesività da colpo d'arma da fuoco (munizionamento singolo o spezzato) 
10Asfissia 
11Violenza di genere 
12Lesività da energia elettrica o termica 
13Abuso di sostanze 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Esame orale

L'esame sarà valutato secondo i seguenti criteri (Delibera Consiglio CdS 17 settembre 2018):

La verifica dell’apprendimento potrà essere effettuata anche per via telematica, qualora le condizioni lo dovessero richiedere.


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

(Nota bene: Di seguito, solo alcuni esempi di domande)

Inquadramento della Professione, Profili Professionali, Nozione del Pubblico Ufficiale (Art. 357c.p.), Nozione di Incaricato di Pubblico Servizio (Art. 358 c.p.), Nozione di Esercente un Servizio di Pubblica Necessità (Art. 359 c.p.)

Certificato, Requisiti sostanziali e formali del Certificato, Reati connessi alla certificazione, Segreto professionale, Rivelazione del segreto professionale (Art. 622 c.p.), Referto e Rapporto, Omissione di Referto (Art. 365 c.p.), Falso ideologico, Falso materiale

Classificazione delle lesioni personali dolose, Classificazione delle lesioni personali colpose, Percosse e Lesioni Personali(Art. 581 c.p. a seguire), Definizione di Malattia, Durata della malattia, Incapacità di attendere alle ordinarie occupazioni, Pericolo di vita, Indebolimento permanente di un organo, Malattia Certamente o probabilmente insanabile, Perdita di un senso o dell'uso di un organo, Perdita di un arto o mutilazione che renda l'arto inservibile, Perdità della capacità di procreare, Difficoltà grave e permanente della favella, Deformazione, Sfregio

Elemento psicologico del reato, Imputabilità (Art. 85 c.p.), Consenso informato e legge 219/2017

Patologia forense:

- Clasificazione dei fenomeni cadaverici, Algor mortis - Temperatura cadaverica, Rigor mortis - rigidità cadaverica, Livor mortis - Ipostasi, Fenomeni trasformativi comuni, Fenomeni trasformativi Speciali

- Lesività da corpo contundente: escoriazioni, compressione cutanea, ecchimosi cutanee, ferite lacero-contuse e lacere, contusioni profonde, fratture scheletriche e lussazioni articolari.

- Grandi traumatismi: precipitazione, schiacciamento, lesività in corso di incidenti del traffico.

- Lesività da colpo d'arma da fuoco a munizionamento singolo: foro d'ingresso, tramite, foro d'uscita, caratteristiche macroscopiche e microscopiche.

- Lesività da colpo d'arma da fuoco a munizionamento spezzato, caratteristiche macroscopiche e microscopiche.

- Lesività da arma bianca: ferite da taglio, ferite da fendente, ferite da punta, ferite da punta e taglio.

- Asfissie meccaniche, Asfissia meccanica da impiccamento, Solco di compressione cutanea, Soffocamento, Strangolamento manuale (strozzamento), Strangolamento, Annegamento

- Violenze di genere

- Lesività da energia elettrica, Lesività da energia termica,Patologia da Cocaina, Patologia da Eroina, Patologia da alcool, Patologia da anabolizzanti




Apri in formato Pdf English version