TECNOLOGIE CHIMICHE INDUSTRIALI ED AMBIENTALI

CHIM/07 - 6 CFU - 2° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

SALVATORE FAILLA
Email: sfailla@dii.unict.it
Edificio / Indirizzo: Dipartimento di Scienze Chimiche, Edificio 10, Citta Universitaria
Telefono: +39 0957382753
Orario ricevimento: Dal lunedì al venerdì previo appuntamento


Obiettivi formativi

L’insegnamento ha lo scopo di fornire la conoscenza delle principali problematiche connesse tra le tecnologie industriali e l’ambiente. Lo studente al termine del corso acquisirà competenze riguardanti le tecnologie sostenibili per l’ambiente ed in grado eventualmente di suggerire interventi di tutela dell’ambiente.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali


Prerequisiti richiesti

Conoscenza concetti di base di chimica inorganica ed organica.



Frequenza lezioni

Come da regolamento didattico del Corso di Studi.

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte le necessarie variazioni rispetto a quanto dichiarato in precedenza, al fine di rispettare il programma previsto e riportato nel syllabus.



Contenuti del corso

Introduzione alle problematiche industriali ed ambientali. Relazione fra chimica, tecnologia e società.

Interazioni onde elettromagnetiche-materia. Origine dell’emissione e dell’assorbimento. Diseccitazione radiativa e non radiativa. Idrocarburi ad effetto serra. Molecole organiche tossiche. PBC, IPA, DDT. Biomagnificazione e definizione di dose letale, DL50.

Composti inorganici ed impatto ambientale. Metalli pesanti ed inquinamento dell’ambiente. Tossicità dei metalli pesanti. Mercurio, piombo, cadmio ed arsenico

La protezione civile ed il Rischio Chimico. – Generalità, prodotti chimici reattivi, decomposizione, polimerizzazione. Reazione con acqua, ossigeno o altri prodotti chimici

Stabilità dei sistemi chimici. Generalità. Reazioni fuggitive. Sostanze esplosive. Incendio. Criteri di previsione del livello di rischio delle sostanze.

Nocività delle sostanze chimiche. Generalità Rischio NBC. Classificazione dei prodotti pericolosi per la salute.

“Green Chemistry”: definizione, cenni storici. I principi della green chemistry.

Discussione di alcuni casi. Seveso, Bhopal, Minamata



Testi di riferimento

Colin Baird, “ Chimica Ambientale”, Zanichelli.

Concepcion Jimenez-Gonzales and David J.C. Constable, “Green Chemistry and Engineering”, Wiley


Altro materiale didattico

Appunti di lezione



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Introduzione alle problematiche industriali ed ambientali. Relazione fra chimica, tecnologia e società. 
2Interazioni onde elettromagnetiche-materia. Origine dell’emissione e dell’assorbimento.  
3Diseccitazione radiativa e non radiativa.  
4Idrocarburi ad effetto serra.  
5Molecole organiche tossiche. PBC, IPA, DDT.  
6Biomagnificazione e definizione di dose letale, DL50. 
7Composti inorganici ed impatto ambientale. Metalli pesanti ed inquinamento dell’ambiente.  
8Tossicità dei metalli pesanti. Mercurio, piombo, cadmio ed arsenico 
9La protezione civile ed il Rischio Chimico.  
10Generalità, prodotti chimici reattivi, decomposizione, polimerizzazione.  
11Reazione con acqua, ossigeno o altri prodotti chimici 
12Stabilità dei sistemi chimici. Reazioni fuggitive.  
13Sostanze esplosive. Incendio. Criteri di previsione del livello di rischio delle sostanze. 
14Nocività delle sostanze chimiche. Generalità Rischio NBC. Classificazione dei prodotti pericolosi per la salute. 
15“Green Chemistry”: definizione, cenni storici. I principi della green chemistry. 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Esame orale

La verifica dell’apprendimento potrà essere effettuata anche per via telematica, qualora le condizioni lo dovessero richiedere.

Informazioni per studenti con disabilità e/o DSA
A garanzia di pari opportunità e nel rispetto delle leggi vigenti, gli studenti interessati possono chiedere un colloquio personale in modo da programmare eventuali misure compensative e/o dispensative, in base agli obiettivi didattici ed alle specifiche esigenze. E' possibile rivolgersi anche al referente CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata - Servizi per le Disabilità e/o i DSA) del Dipartimento di Scienze Chimiche


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

Vedi Studium




Apri in formato Pdf English version