PSICOLOGIA CLINICA E RIABILITAZIONE IN ETA' EVOLUTIVA E NELL'ADULTO

6 CFU - 1° semestre

Docenti titolari dell'insegnamento

ANDREA DI STEFANO - Modulo PSICOLOGIA CLINICA - M-PSI/08 - 2 CFU
Email: andrea.distefano@unict.it
Edificio / Indirizzo: Torre Biologica - Aula Biometec 2
Telefono: 3482874229
Orario ricevimento: Giovedì pomeriggio - previo appuntamento
MANUELA MAUCERI - Modulo PSICOLOGIA SOCIALE - M-PSI/05 - 2 CFU
Email: manuela.mauceri@tiscali.it
Edificio / Indirizzo: Complesso edilizio le Verginelle, Via Casa Nutrizione -Catania
Telefono: 3396504527
Orario ricevimento: Mercoledì 10-12
CESARE GAROFALO - Modulo PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI - M-PSI/06 - 2 CFU
Email: cesaregarofalo@yahoo.com
Edificio / Indirizzo: Da concordare
Telefono: 339 2984739
Orario ricevimento: Per appuntamento


Obiettivi formativi


Modalità di svolgimento dell'insegnamento


Prerequisiti richiesti



Frequenza lezioni



Contenuti del corso



Testi di riferimento


Altro materiale didattico



Programmazione del corso

PSICOLOGIA CLINICA
 ArgomentiRiferimenti testi
1Linee guida in psicologia clinicaTesto e slide 
PSICOLOGIA SOCIALE
 ArgomentiRiferimenti testi
1Nascita dell’interesse scientifico per il gruppo nel ‘900Licciardello O. (2015), I gruppi. Aspetti epistemologici e ricadute applicative, Angeli, Milano  
2Caratteristiche del piccolo gruppo psicologicoLicciardello O. (2015), I gruppi. Aspetti epistemologici e ricadute applicative, Angeli, Milano  
3Analisi dei modelli di locomozione del gruppo: il gruppo come divenireLicciardello O. (2015), I gruppi. Aspetti epistemologici e ricadute applicative, Angeli, Milano  
4Il gruppo in azione: analisi dei modelli di leadership e ricadute sul clima del gruppo e dell’organizzazioneLicciardello O. (2015), I gruppi. Aspetti epistemologici e ricadute applicative, Angeli, Milano  
5Il gruppo centrato sul leader e fenomeno del “capro espiatorio”Licciardello O. (2015), I gruppi. Aspetti epistemologici e ricadute applicative, Angeli, Milano  
6La leadership centrata sul gruppo e conflitto socio-cognitivo e valorizzazione delle Ricorse UmaneLicciardello O. (2015), I gruppi. Aspetti epistemologici e ricadute applicative, Angeli, Milano  
7Le dinamiche del conflitto e il ruolo del conflitto socio-cognitivo per migliorare le performance lavorativeLicciardello O. (2015), I gruppi. Aspetti epistemologici e ricadute applicative, Angeli, Milano  
8Empatia e ascolto attivoLicciardello O. (2015), I gruppi. Aspetti epistemologici e ricadute applicative, Angeli, Milano  
9“Johary’s Window”: un modello per la consapevolezza del proprio modo d’essere in relazione all’altro/al contesto per un’interpretazione ottimale del proprio ruolo professionaleLicciardello O. (2015), I gruppi. Aspetti epistemologici e ricadute applicative, Angeli, Milano  
PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
 ArgomentiRiferimenti testi
1Introduzione generale al corso.Slide e materiali fornite dal docente 
2Interdisciplinarità riguardo i temi del lavoro e delle organizzazioni.Slide e materiali fornite dal docente 
3L’azione umana e azione sociale: principi generali.Slide e materiali fornite dal docente 
4Effetti non intenzionali nell’ambito delle organizzazioni e dell’interazione in ambito socio-lavorativo.Slide e materiali fornite dal docente 
5Storia, sviluppo e prospettive professionali in psicologia del lavoro. Dalla psicotecnica alla psicologia delle risorse umane. La psicologia del lavoro: la sua storia. La psicologia del lavoro: le sue peculiarità. Prospettive nel nostro Paese. Valorizzare le differenze e realizzare il diversity management. Attività dello psicologo del lavoro.Piergiorgio Argentero, Claudio G. Cortese - Psicologia del lavoro. - Raffaello Cortina Editore. (Capitolo 1) 
6Metodi e tecniche di ricerca in psicologia del lavoro. Il processo di ricerca empirica. Problemi legati all’interpretazione dei risultati. Ricerca e problemi etici.Piergiorgio Argentero, Claudio G. Cortese - Psicologia del lavoro. - Raffaello Cortina Editore. (Capitolo 2) 
7I rischi psicosociali. Lavoro e benessere. Lo stress occupazionale. I comportamenti violenti sui luoghi di lavoro. Il mobbing. Lo stalking. Il burnout. La Traumatizzazione Vicaria.Piergiorgio Argentero, Claudio G. Cortese - Psicologia del lavoro. - Raffaello Cortina Editore. (Capitolo 9) 
8Psicologia delle organizzazioni: sviluppo della disciplina. L’origine complessa della disciplina. Lo scenario contemporaneo.Piergiorgio Argentero, Claudio G. Cortese, Claudia Piccardo - Psicologia delle organizzazioni. - Raffaello Cortina Editore. (Capitolo 1) 
9L’organizzazione come cultura. L’approccio culturale: le origini. Le organizzazioni sono culture: la metafora culturale. Cultura e culture organizzative. La cultura organizzativa: categorie analitiche e forme espressive.Piergiorgio Argentero, Claudio G. Cortese, Claudia Piccardo - Psicologia delle organizzazioni. - Raffaello Cortina Editore. (Capitolo 4) 
10I climi organizzativi. Il costrutto di Clima. Ricerche-intervento e politiche gestionali. Le fasi dell’analisi di clima.Piergiorgio Argentero, Claudio G. Cortese, Claudia Piccardo - Psicologia delle organizzazioni. - Raffaello Cortina Editore. (Capitolo 9) 
11La leadership. I primi studi: le teorie del “grande uomo”. L’approccio basato sul comportamento. Dagli stili di leadership all’approccio situazionale. Il modello “path-goal” e la teoria “leader-member exchange”. Dalla leadership transazionale alla leadership trasformazionale. Leadership empowering e team leadership. Leadership e ombra.Piergiorgio Argentero, Claudio G. Cortese, Claudia Piccardo - Psicologia delle organizzazioni. - Raffaello Cortina Editore. (Capitolo 10) 
12Prendere decisioni nelle organizzazioniPiergiorgio Argentero, Claudio G. Cortese, Claudia Piccardo - Psicologia delle organizzazioni. - Raffaello Cortina Editore. (Capitolo 12) 


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI



Apri in formato Pdf English version