CHIMICA INORGANICA II E LABORATORIO

CHIM/03 - 6 CFU - 2° semestre

Docente titolare dell'insegnamento

GRAZIELLA VECCHIO
Email: gr.vecchio@unict.it
Edificio / Indirizzo: Viale A. Doria 6
Telefono: 0957385064
Orario ricevimento: Tutti i giorni


Obiettivi formativi

Apprendimento della chimica inorganica con particolare riferimento agli elementi del blocco d, alle proprietà nucleari e al ruolo degli elementi della tavola periodica nei sistemi biologici.

 

Conoscenza e capacità di comprensione:

Conoscenza degli aspetti di base della chimica degli elementi della tavola periodica con particolare riferimento agli elementi del blocco d e dei principali aspetti applicativi

Conoscenza e capacità di comprensione applicate:

Capacità di applicare le conoscenze di chimica inorganica per ideare e sostenere argomentazioni in riferimento agli argomenti trattati nel corso

Autonomia di giudizio:

Capacità di interpretazione di dati sperimentali e comportamento chimico sulla base delle conoscenze acquisite e delle esperienze di laboratorio svolte

Abilità comunicative

Acquisire proprietà di linguaggio nella descrizione degli aspetti della chimica inorganica e della chimica in generale

Capacità di apprendere

Sviluppare le competenze necessarie per intraprendere studi più avanzati che prevedono un alto grado di autonomia, quali le lauree magistrali


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali, risoluzione di esercizi con la partecipazione degli studenti ed esperienze di laboratorio (4 turni di 4 ore).


Prerequisiti richiesti

Matematica di base, fisica di base, corso di chimica generale e corso di chimica inorganica 1, corso di chimica organica



Frequenza lezioni

Gli studenti che non frequentano le lezioni non saranno ammessi alla frequenza del laboratorio.

La frequenza del laboratorio non è indispensabile per sostenere gli esami



Contenuti del corso

Programma di Chimica Inorganica II

Laboratorio:

Sintesi del Co(en)3Cl3 e risoluzione ottica degli enantiomeri. Misura del potere ottico rotatorio. Spettri elettronici.

Spettri elettronici di complessi del rame e del nichel con leganti azotati.



Testi di riferimento

I.Bertini, C. Luchinat, F. Mani Chimica Inorganica, CEA

C.L. Miessler, D.A.Tarr Chimica inorganica, Piccin

P. Atkins Chimica Inorganica, Zanichelli

C.E.Housecroft, A.G.Sharpe Inorganic Chemistry, Pearson

Letture consigliate

M. Halka, N. Brian Periodic Table of the Elements Transition metals, Facts on File

M. Halka, N. Brian Periodic Table of the Elements Lanthanides and Actinides, Facts on File


Altro materiale didattico

Disponibile su studium



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1• Proprietà nucleari. Radiochimica. Reazioni nucleari. Applicazioni.  
2Chimica dei composti di coordinazione. Nomenclatura. Strutture ed isomeri.  
3• Teoria del campo cristallino. Complessi di varie geometrie. Serie spettrochimica dei leganti. Spettri elettronici. Proprietà magnetiche. 
4• Termodinamica dei composti di coordinazione.  
5• Reazioni dei composti di coordinazione. Sostituzioni nucleofile e reazioni di trasferimento elettronico.  
6• La chimica dei metalli del blocco-d. Aspetti generali. La prima serie di transizione: dallo scandio allo zinco.  
7• Composti organometallici degli elementi del blocco-d. La regola dei 18 elettroni. Composti carbonilici. Complessi con derivati alifatici ed aromatici. Uso dei complessi organometallici nella sintesi organica. 
8• Leganti d’interesse bioinorganico e funzione del metallo nei sistemi biologici. 
9LAB: Sintesi di tris(etilendiamina)Cobalto(III) e isolamento degli isomeri ottici e loro caratterizzazione. Sintesi di cis e trans [Co(en)2Cl2]Cl. Preparazione di complessi del rame(II) e del nichel(II).  


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

L'apprendimento verrà verificato durante il corso mediante esercitazioni in aula e mediante un esame finale.

L'esame finale consiste in una prova scritta ed una prova orale.

La prova scritta è costituita da esercizi applicativi per lo più a risposta aperta.

Dopo il superamento della prova scritta (con un voto almeno di 18/30) si potrà sostenere la prova orale, che si basa su chiarimenti dello scritto e su domande di verifica.

Per la valutazione finale verrà valutato l'impegno dello studente in laboratorio, documentato da una relazione finale presentata dallo studente nei tempi previsti.

La votazione finale tiene conto dei voti attribuiti a tutte le prove.


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

Saranno disponibili su studium




Apri in formato Pdf English version