FARMACOLOGIA E TOSSICOLOGIA DELLE PIANTE OFFICINALI E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI

BIO/14 - 9 CFU - Insegnamento annuale

Docente titolare dell'insegnamento

GIAN MARCO LEGGIO
Email: gianmarco.leggio@unict.it
Edificio / Indirizzo: Torre Biologica, Via S. Sofia 97, V piano sud.
Telefono: 09573840858 cell. 3493911354
Orario ricevimento: Giovedì 10-16


Obiettivi formativi

Obiettivo del Corso è fornire allo studente i principi fondamentali della farmacocinetica e della farmacodinamica, le proprietà farmacologiche e la tossicologia dei principi attivi presenti nelle piante medicinali e nei prodotti nutraceutici e le indicazioni e controindicazioni delle piante medicinali. Il corso permettèrà allo studente di aquisire le competenze necessare per la professione.


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali.


Prerequisiti richiesti

Conoscenze di Biologia, Chimica, Biochimica, Anatomia e Fisiologia.



Frequenza lezioni

Obbligatoria come previsto dall’ordinamento didattico http://www.dsf.unict.it/corsi/l-29_sfa/regolamento-didattico



Contenuti del corso

Programma di FARMACOLOGIA e di TOSSICOLOGIA dei principi attivi delle piante officinali e dei prodotti nutraceutici

Introduzione al corso: definizione di pianta officinale, pianta medicinale e cenni agli attuali riferimenti normativi

FARMACOCINETICA:

Passaggio dei farmaci attraverso le membrane biologiche. Barriere.

Assorbimento del farmaco. Fattori che influenzano l’assorbimento.

Vie di somministrazione dei farmaci.

Legame dei farmaci alle proteine plasmatiche.

Distribuzione e ridistribuzione dei farmaci.

Valutazione dei parametri farmacocinetici (clearance plasmatica; emivita, dosi ripetute, effetto di 1° passaggio, biodisponibilità e bioequivalenza).

Metabolismo dei farmaci.

Eliminazione dei farmaci; rapporto assorbimento eliminazione.

Fattori di variabilità della risposta al farmaco.

FARMACODINAMICA: Meccanismi e sede di azione dei farmaci.

Classificazione dei recettori.

Funzione recettoriale e variabilità della risposta al farmaco.

Agonismo, antagonismo competitivo e non competitivo, affinità, attività intrinseca, efficacia. Curve dose-risposta, dose efficace, dose letale, indice terapeutico, margine di sicurezza.

Effetti farmacologici ed effetti terapeutici.

Effetti indesiderati dei farmaci, reazioni avverse, effetti collaterali, sovradosaggio, intolleranze ai farmaci, tossicità fetale; cenni di teratogenesi e di cancerogenesi.

Sicurezza dei farmaci, sperimentazione, fitovigilanza.

FARMACOLOGIA E TOSSICOLOGIA DEI PINCIPI ATTIVI DELLE PIANTE MEDICINALI

Farmaci che interferiscono con il Sistema Nervoso Autonomo (SNA)

Principi attivi simpaticomimetici.

Principi attivi simpaticoplegici-simpaticolitici.

Principi attivi parasimpaticomimetici-colinergici.

Principi attivi parasimpaticolitici-anticolinergici.

Farmaci che interferiscono con il sistema motorio (Somatico): Bloccanti neuromuscolari (curaro, tossina botulinica, bungarotossina), antiparkinsoniani: anticolinergici, alcaloidi dell’ergot e agonisti dopaminergici nel trattamento della malattia di Parkinson

Farmaci attivi sul Sistema Nervoso Centrale (SNC): Principi attivi stimolanti, anoressizzanti, antidepressivi (con particolare attenzione all’iperico), ansiolitici,inibitori delle colinesterasi nel trattamento della malattia di Alzheimer, cannabis, cocaina, oppiacei, allucinogeni, caffeina.

Farmaci attivi sul Sistema Cardiovascolare: glicosidi digitalici, biancospino, trattamento farmacologico dell’insufficienza venosa cronica (ippocastano, pino marittimo, centella),

Farmaci che influenzano il metabolismo glicidico e lipidico: statine, fitosteroli, aglio, carciofo, gomma guggul, fieno greco, riso rosso fermentato; gomma di guar

Farmaci che influenzano il metabolismo del calcio e le malattie dell’osso: fitoestrogeni (classificazione, meccanismo d’azione e possibile impiego in menopausa)

Farmaci che influenzano l’apparato respiratorio: espettoranti, antiasmatici (con particolare attenzione alla teofillina).

Antigottosi (colchicina).

Farmaci antinfiammatori e autacoidi. (antalgici ed antipiretici)

Piante medicinali adattogene ed immunostimolanti: ginseng ed echinacea

Farmaci gastrointestinali: purganti (con particolare attenzione ai lassativi antrachinonici), antidiarroici.

Farmaci dermatologici per il trattamento della psoriasi: aloe

Vitamine.

Antineoplastici (in particolare alcaloidi della vinca e taxolo) e cenni sui carcinogeni.

Veleni.



Testi di riferimento

Per la farmacocinetica e la farmacodinamica:

A.J Trevor-B.G Katsung -S, Farmacologia, Piccin, Nona edizione 2012, pp 1-51.

Per la Farmacologia e Tossicologia delle piante officinali:

Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer


Altro materiale didattico

Appunti delle lezioni frontali, slides (file powerpoint) fornite dal docente direttamente tramite pen drive e/o attraverso studium.



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Introduzione al corso: definizione di pianta officinale, pianta medicinale e cenni agli attuali riferimenti normativiA.J Trevor-B.G Katsung -S, Farmacologia, Piccin, Nona edizione 2012; Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali 
2Farmacocinetica: concetti generali relativi alle proprietà chimico-fisiche dei farmaci, assorbimento, distribuzione, metabolismo, eliminazione, parametri farmacocineticiA.J Trevor-B.G Katsung -S, Farmacologia, Piccin, Nona edizione 2012; Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali 
3Farmacodinamica: azione farmacologica, meccanismi d'azione dei farmaciA.J Trevor-B.G Katsung -S, Farmacologia, Piccin, Nona edizione 2012; Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali 
4Farmaci attivi sul Sistema Nervoso Centrale (SNC): Principi attivi stimolanti, anoressizzanti, antidepressivi (con particolare attenzione all’iperico), ansiolitici,inibitori delle colinesterasi nel trattamento della malattia di Alzheimer, cannabis, cocainCapasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer 
5Farmaci che interferiscono con il Sistema Nervoso Autonomo (SNA) Principi attivi simpaticomimetici. Principi attivi simpaticoplegici-simpaticolitici. Principi attivi parasimpaticomimetici-colinergici. Principi attivi parasimpaticolitici-anticolinergici.Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
6Farmaci che interferiscono con il sistema motorio (Somatico): Bloccanti neuromuscolari (curaro, a bungarotossina, tossina botulinica, bungarotossina), antiparkinsoniani: anticolinergici, alcaloidi dell’ergot e agonisti dopaminergici nel trattamento della Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
7Farmaci attivi sul Sistema Cardiovascolare: glicosidi digitalici, biancospino, trattamento farmacologico dell’insufficienza venosa cronica (ippocastano, pino marittimo, centella), Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
8Farmaci che influenzano il metabolismo glicidico e lipidico: statine, fitosteroli, aglio, carciofo, gomma guggul, fieno greco, riso rosso fermentato; gomma guar, Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
9Farmaci che influenzano il metabolismo del calcio e le malattie dell’osso: fitoestrogeni (classificazione, meccanismo d’azione e possibile impiego in menopausa)Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
10Farmaci che influenzano l’apparato respiratorio: espettoranti, antiasmatici (con particolare attenzione alla teofillina).Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
11Antigottosi (colchicina).Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
12Farmaci antinfiammatori e autacoidi. (antalgici ed antipiretici)Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
13Piante medicinali adattogene ed immunostimolanti: ginseng ed echinaceaCapasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
14Farmaci gastrointestinali: purganti (con particolare attenzione ai lassativi antrachinonici), antidiarroici.Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
15Farmaci dermatologici per il trattamento della psoriasi: aloeCapasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer  
16VitamineCapasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer; A.J Trevor-B.G Katsung -S, Farmacologia, Piccin, Nona edizione 2012  
17Antineoplastici (in particolare alcaloidi della vinca e taxolo) e cenni sui carcinogeni.Capasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer; A.J Trevor-B.G Katsung -S, Farmacologia, Piccin, Nona edizione 2012  
18VeleniCapasso--Grandolini-Mascolo, Fitoterapia, Impiego razionale delle droghe vegetali, 2006, Springer; A.J Trevor-B.G Katsung -S, Farmacologia, Piccin, Nona edizione 2012  


Verifica dell'apprendimento


MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

L’esame finale si svolge al la fine del corso. L’esame orale è basato su cinque domande randomizzate, concernenti gli argomenti elencati più sotto. Su ogni domanda lo studente riceve una valutazione da 1 a 4 (1 min, 4 max). Il voto risulta dalla somma di tali score secondo il seguente schema: 4-5=18; 6-7=19; 8-9=20; 10=21; 11=22; 12=23; 13=24; 14=25; 15=26; 16=27; 17=28; 18=29; 19-20=30. ll voto cosi calcolato è soggetto a media ponderata con il voto che il candidato ha conseguito nella prova in itinere. L’attribuzione della lode e/o lievi aggiustamenti del voto (arrotondamenti in difetto o in eccesso) tengono conto del risultato complessivo del candidato nella prova d’esame.


ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

1- Fattori che influenzano l’assorbimento di un farmaco; 2- Barriere biologiche e passaggio dei farmaci; 3- Vie di somministrazione dei farmaci; 4- Legame dei farmaci alle proteine plasmatiche; 5- Distribuzione e ridistribuzione dei farmaci; 6- Metabolismo dei farmaci; 7- Eliminazione dei farmaci; rapporto assorbimento eliminazione; 7- di variabilità della risposta al farmaco; 8- Classificazione dei recettori; 9- Funzione recettoriale e variabilità della risposta al farmaco; 10- Agonismo, antagonismo competitivo e non competitivo, affinità, attività intrinseca, efficacia; 11-Curve dose-risposta, dose efficace, dose letale, indice terapeutico, margine di sicurezza; 12- Differenza tra effetti terapeutici ed effetti avversi dei farmaci; 13- Reazioni avverse; 14- Intolleranze ai farmaci; 15- Fitovigilanza; 16- Curaro; 17- Bungarotossina; 18- Tossina botulinica; 19- Bungarotossina; 20- Alcaloidi dell’ergot; 21-Iperico; 22- Cannabis; 23- cocaina; 24- Oppiacei; 25- Allucinogeni; 26- Caffeina; 27- glicosidi digitalici; 28- biancospino; 29- Ippocastano; 30- Pino marittimo; 31- Centella; 32- statine; 33- fitosteroli; 34- aglio; 35- carciofo; 36- Farmaci che influenzano il metabolismo del calcio e le malattie dell’osso: fitoestrogeni (classificazione, meccanismo d’azione e possibile impiego in menopausa); 37- Farmaci che influenzano l’apparato respiratorio: espettoranti, antiasmatici (con particolare attenzione alla teofillina); 38- colchicina; 39- Farmaci antinfiammatori e autacoidi.(antalgici ed antipiretici); 40- vitamine.




Apri in formato Pdf English version